Il centro Pompidou-Metz | Architetto.info

Il centro Pompidou-Metz

wpid-4389_homeq.jpg
image_pdf

In un’area di 50 ettari, ai margini del centro della città di Metz, capitale della Lorena, e adiacente alla stazione dell’alta velocità, la costruzione è quasi completa, e progettata dagli architetti Shigeru Ban e Jean de Gastines.

Il nuovo impianto Metz, che inaugurerà il prossimo maggio, fornisce un accesso più ampio al Museo Nazionale d’Arte Moderna, con circa 54.034 metri quadrati di spazio espositivo. La nuova struttura comprende anche un auditorium, una caffetteria e ristorante, una boutique-bookshop, centro di documentazione e abbondanza di spazi pubblici.

L’edificio è sormontato da un tetto curvilineo importante e che ne delinea l’immagine principale, aprendo al suo interno un volume ampio, fluido e luminoso dedicato alle arti.La copertura è di forma esagonale in pianta, e in alzato in legno ricurvo, sostenuto da una guglia centrale metallica e da quattro pilastri conici. La maglia è altamente resiliente ed è rivestita da una membrana impermeabile in fibra di vetro bianco e Teflon. Questa struttura crea un ambiente naturalmente temperato, che garantisce che le opere d’arte siano conservate nelle migliori condizioni possibili.

L’interno dell’edificio si compone di tre lunghe gallerie rettangolari che si uniscono a diversi livelli con le tecniche comunemente utilizzate per la costruzione di ponti. In diversi punti, la sporgenza di strette gallerie attraverso il tetto dà spazio a un’ampia vista sulla città. Gli architetti hanno favorito un ambiente luminoso e arioso, chiaro, utilizzando legno chiaro, pareti intonacate in bianche e grigio perla in calcestruzzo lucidato. Un grande atrio accoglie gli ospiti, mentre l’esterno dell’edificio dispone di una terrazza e due ampie terrazze. I giardini sono curati con pieghe erbose che consentono il controllo delle acque piovane e numerosi sentieri che consentono l’accesso alle aree pedonali del centro e del TVG.

L’originale centro Pomidou inaugurato nel 1977 ed è stato progettato come parte del movimento di architettura high tech da parte degli architetti Renzo Piano e Richerd Rogers. La struttura ospita il Museo Nazionale d’Arte Moderna – il più grande museo d’arte moderna in Europa. L’unico riferimento fatto dal Centro Pomidou-Metz al suo omologo parigino si trova nella guglia centrale, che sorge a 77m dal suolo – l’anno di inaugurazione dell’originale Pompidou.{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il centro Pompidou-Metz Architetto.info