Il fotovoltaico integrato e' 'su misura' con il progetto SmartFlex | Architetto.info

Il fotovoltaico integrato e’ ‘su misura’ con il progetto SmartFlex

wpid-22664_smartflex.jpg
image_pdf

Sviluppare facciate di edifici fotovoltaiche ‘su misura’ in modo semplice e rapido, configurabili con pochi ‘click’ e realizzabili su scala industriale: è lo scopo di SmartFlex, progetto europeo recentemente avviato con un finanziamento di 2,9 milioni di euro all’interno del settimo programma quadro per la ricerca e l’innovazione dell’Ue.

“L’intenzione è dotare gli architetti di uno strumento software intuitivo in grado di progettare moduli solari che si integrano negli edifici secondo esigenze specifiche, come ad esempio”, spiega Paul Grunow, direttore del Photovoltaik-Institut di Berlino. “Ciò che rende unico il progetto è il fatto che esso punti a rendere automatizzata la produzione di questi elementi solari, riducendo al minimo necessario le operazioni manuali”. 

Finora, precisa Grunow, i moduli solari sono stati prodotti su scala industriale soltanto secondo dimensioni standard, mentre i prodotti ‘su misura’ sono stati fatti a mano richiedendo però un grande investimento di risorse. “SmartFlex tenterà di produrre moduli su larga scala utilizzando un processo estremamente flessibile ed intelligente che renderà gli elementi solari su misura alla portata di tutti”.

Al momento il progetto punta a realizzare un prototipo di linea produttiva che sia in grado di realizzare i moduli secondo le richieste specifiche degli architetti. Ciò implica trasferire i dati che riguardano forme, colori, dimensioni e materiali richiesti, direttamente dal software di progettazione alla linea produttiva.

Fig.: Le possibili forme degli elementi solari (fonte foto: Glassbel)

In questo momento si stanno compiendo dei test su un edificio per uffici con una facciata che misura approssimativamente 200 mq, per determinare quali moduli siano i più adatti per produrre energia all’interno dell’edificio. Il test riguarda circa 20 elementi solari differenti, compresi moduli lunghi 3,5 metri in lunghezza con un rendimento massimo di 750 watt di picco. Inoltre si stanno testando tutti i sistemi di montaggio attualmente disponibili sul mercato e degli inverter. L’edificio sede dei test è la sede di Glassbel, società partner del progetto, situata nella città di Klaipeda in Lituania.

Fig.: L’edificio in Lituania sede dei primi test di SmartFlex (fonte foto: Glassbel)

Il fotovoltaico integrato negli edifici ha un enorme potenziale che deve ancora essere svelato”, spiega il dott. Juras Ulbikas, ricercatore senior presso l’Applied Research Institute for Prospective Technologies (ProTech) di Vilnius, coordinatore del progetto SmartFlex. “Al momento stiamo lavorando su una soluzione plug&play per gli edifici facile da installare e che soddisfa le varie esigenze di architetti e installatori”.

Gli istituti lituano e berlinese e la compagnia Glassbel sono partner del progetto insieme alla compagnia ingegneristica Mondragon Assembly, al produttore di moduli Via Solis, lo Swiss Bipv Competence Centre (Supsi), lo sviluppatore software Creative Amadeo e Sunbeam Communications. Per maggiori informazioni, visitare il sito.

Di seguito, possibili applicazioni delle facciate fotovoltaiche integrate.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il fotovoltaico integrato e’ ‘su misura’ con il progetto SmartFlex Architetto.info