Il grattacielo-cactus di UNStudio a Singapore | Architetto.info

Il grattacielo-cactus di UNStudio a Singapore

wpid-12062_.jpg
image_pdf

Dal visionario team di architetti olandesi di UNStudio, un nuovo progetto combina le più recenti innovazioni progettuali in materia di edifici alti e una speciale attenzione al verde. Si tratta del grattacielo “V on Shenton”, situato nel distretto commerciale di Singapore, che rimpiazzerà il vecchio edificio, costruito nel 1970, sempre di proprietà del gruppo Uic Singapore.

Ad un primao sguardo, “V on Shenton” ricorda evidentemente la forma di un cactus. Una torre da 23 piani, che ospita gli uffici e che ha la stessa altezza dei grattacieli circostanti, è collegata da terra a un’altra torre, da 53 piani, destinata ad uso residenziale, da una base comune destinata ad aree commerciali.

Entrambe le strutture sono ricoperte di forme esagonali di vetro, organizzate in pattern, che generano angoli sulla superficie, in grado in questo modo di riflettere la luce e garantire l’ombra in maniera dinamica. Visti nel dettaglio, gli esagoni sono muniti di motivi smussati che di notte sfumano verso il blu e che garantiscono una linea coerente al design articolato delle tre componenti del complesso.

Lungo le torri, inframezzate lungo la loro struttura, sono state progettate delle terrazze e dei “giardini nel cielo” che amplificano la natura sostenibile dell’edificio e offrono una vista mozzafiato a 360° sul circondario. L’ottavo piano ospita interamente la versione più ampia del giardino, offrendo un “rifugio pubblico” innalzato ai cittadini dal caldo e dall’inquinamento.

 

V.R.

 

 

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il grattacielo-cactus di UNStudio a Singapore Architetto.info