Il nuovo Stadio della Roma, 'moderno Colosseo' | Architetto.info

Il nuovo Stadio della Roma, ‘moderno Colosseo’

wpid-22373_stadioroma.jpg
image_pdf

Una struttura avveniristica, direttamente ‘ispirata’ al Colosseo, che integrerà spazi destinati a moltissime attività, sportive e commerciali: è il nuovo Stadio della Roma, la nuova struttura con cui la società calcistica giallorossa punta a ‘proiettarsi’ nell’olimpo dei club calcistici mondiali e allo stesso tempo ad assicurarsi la possibilità di ‘giocare sempre in casa’, fino ad oggi negata dalla condivisione dell’arena con l’altra società capitolina, la Lazio.

Atteso e già molto discusso prima della sua rivelazione pubblica, il progetto è stato presentato presso il Comune di Roma, in una conferenza alla presenza del presidente della As Roma James Pallotta, e del sindaco Ignazio Marino.

La struttura, che sorgerà nell’area di Tor di Valle, si caratterizzerà per alcune soluzioni tecniche innovative, grazie alle quali lo stadio potrà passare dai 52.500 posti ‘standard’ alle 60 mila sedute per i grandi eventi internazionali. A firmare il progetto è l’architetto statunitense Dan Meis, già autore di molte arene e strutture sportive in giro per il mondo, come il Los Angeles Nfl Stadium.

Il progetto richiama per forma e organizzazione spaziale l’arena per eccellenza, il Colosseo, rivisitato in un chiave ultramoderna tramite l’uso di acciaio e vetro, con una facciata in pietra che richiama alla memoria i classici archi dello storico stadio. Tra gli altri dettagli progettuali annunciati, spicca il tetto realizzato in vetro e teflon per proteggere i posti a sedere dagli agenti atmosferici.

La novità più rilevante, rispetto allo stato delle arene in Italia, riguarda l’uso degli spazi: secondo i piani della società lo stadio sarà attivo sette giorni su sette e funzionerà da ‘catalizzatore’ anche per i visitatori stranieri, grazie alla presenza di boutique, ristoranti e spazi per eventi.

Oltre a essere dotato di soluzioni tecnologiche all’avanguardia, lo stadio sarà tra i più sostenibili d’Europa, possibilità garantita da un processo di certificazione ecologica. Si punta all’impatto ecologico ad emissioni zero, con la massima capacità di riciclaggio e l’adozione di programmi all’avanguardia per quanto riguarda la conservazione e l’uso di energia rinnovabile. Tra essi, i sistemi idrosanitari a risparmio idrico, meccanismi di controllo degli edifici e utilizzo di materiali riciclati.

L’inizio dei lavori di costruzione è programmato per il terzo trimestre del 2014, con l’obiettivo di inaugurazione fissato all’inizio della stagione calcistica 2016/2017.

Copyright © - Riproduzione riservata
Il nuovo Stadio della Roma, ‘moderno Colosseo’ Architetto.info