Afillia, dalla pianta alla luce | Architetto.info

Afillia, dalla pianta alla luce

wpid-5184_dprintingzambelli.jpg
image_pdf

All’ultima edizione di Maison et Objet Paris 2014 il brand Exnovo ha presentato “Afillia”, una collezione di oggetti per il lighting che si richiamo direttamente, in modo inusuale, al mondo organico. Progettata dal designer italiano Alessandro Zambelli, la serie mutua il suo nome dalla Afillia, una pianta delle regioni italiane caratteristica per non avere le foglie. Riprendendo questa peculiarità, la collezione offre sei prodotti da illuminazione, tre da appoggio e tre da sospensione.

Un supporto in cirmolo, legno pregiato delle montagne altoatesine, lavorato a mano secondo le tradizioni locali, è abbinato a un diffusore in nylon, sinterizzato mediante lavorazione in 3d printing.

L’effetto finale è quello di un delicato origami bidimensionale, attraversato da sinuose spirali, con una luce tenue che si apre, in modo armonico, su inaspettati punti di concentrazione.

{GALLERY} 

Copyright © - Riproduzione riservata
Afillia, dalla pianta alla luce Architetto.info