Alessandro Mendini firma un amuleto di luce | Architetto.info

Alessandro Mendini firma un amuleto di luce

wpid-4939_RAMUNAmuletoAlessandroMendini.jpg
image_pdf

Amuleto è il primo di una serie di corpi illuminanti progettati per Ramun da Alessandro Mendini, che debutteranno durante il Fuorisalone 2013 negli spazi della Galleria Jannone, in Corso Garibaldi 125 a Milano.

Il nome Ramun si ispira a Amon-Ra, la più importante divinità del pantheon egizio, dio del sole rappresentato graficamente dal suo occhio. Dall’antico Egitto all’Europa moderna, questo simbolo è stato diffusamente utilizzato come un amuleto in grado di portare fortuna agli studenti in periodo di esami e buona salute, potere e saggezza alle famiglie reali. L’occhio di Amon-Ra è stato ridisegnato da Atelier Mendini per il logo del nuovo brand, in cui la luce viene espressa attraverso i colori del sole, della luna e della fenice: oro argento e rosso che troviamo nel ciclo solare, dall’alba e tramonto.

La lampada Amuleto, disegnata da Mendini augurandosi la salute e la fortuna del nipotino, racchiude idealmente l’universo includendo nella sua struttura tre cerchi richiamanti la triade del sole, della luna e della terra. Una vera e propria “lampada portafortuna” caratterizzata da una linea di anelli simili al richiamo degli angeli, connotata da sistema di articolazione esclusivo e brevettato che permette alla luce di posizionarsi e rivolgersi in qualsiasi direzione.

Il primo cerchio costituisce la base, quello intermedio funge da snodo mentre il terzo in alto contiene la corona illuminante con i Led. Amuleto è declinato anche in una versione ridotta, Amuleto mini. Infatti, è proprio immaginando il possibile utilizzo da parte del suo nipotino che Alessandro Mendini ha sviluppato un progetto capace di restituire una lampada ottimizzata per gli occhi che utilizza una sorgente di luce a led, ideale anche per un uso prolungato.

{GALLERY}

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Alessandro Mendini firma un amuleto di luce Architetto.info