Atomy vince il Custom Prize 2014 | Architetto.info

Atomy vince il Custom Prize 2014

wpid-5368_Atomycover.jpg
image_pdf

“Atomy”, il sistema di illuminazione modulare a led realizzato da Alessandra Lo Turco e Daniele Reteuna, ha vinto il Custom Prize 2014, il premio promosso da promosso da Assodel. Ilm – Sistemi di illuminazione. Il premio è stato assegnato durante la fiera Illuminotronica a Padova da Marco Frascarolo, lighting designer e presidente dell’Associazione italiana di illuminazione (Aidi) Lazio e Molise e ideatore del premio.

Promuovere una rinnovata cultura del design e partecipare allo sviluppo tecnologico del Paese, mettendo in contatto giovani designer e progettisti con il mondo della produzione – dice Frascarolo – è l’idea da cui, un anno fa, nasceva il Custom Prize, il concorso per la progettazione e la successiva commercializzazione di un prodotto nel settore lighting”. 

La soluzione dei due designer è stata scelta per le caratteristiche di qualità estetica e creativa e fattibilità tecnico-economica. Atomy si propone come sistema flessibile e modulare a led da interni, che trae spunto dall’idea di aggregazione molecolare per organizzare una materia effimera quale è la luce. Luce pulsante, viva, variabile nell’intensità e nel colore, che può animare lo spazio connotandolo di presenze minimali oppure può riempirlo di una rete puntiforme, variabile nella struttura e nella forma. Ogni modulo è composto da un vano di alimentazione e tre punti luce, ognuno dei quali mediante la presenza di tre uscite di collegamento è assemblato ad altri punti luce modulari, gestibili in una vasta gamma di combinazioni, per applicazioni a parete e a sospensione.

Dopo aver effettuato la verifica di fattibilità tecnico-economica, “Atomy” entrerà nel catalogo del brand That’s my led di Ilm – sistemi di illuminazione, azienda produttrice di apparecchi di illuminazione che sostiene il premio.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Atomy vince il Custom Prize 2014 Architetto.info