Droog…àti dalla genialità | Architetto.info

Droog…àti dalla genialità

wpid-3387_droog.jpg
image_pdf

Se dobbiamo identificare gli stili della contemporaneità, non possiamo omettere Droog. Anzi, la sua collezione risulta perfino paradigmatica. Droog è innanzitutto un brand. Un brand olandese che edita le idee di giovani designer europei sul vastissimo tema dello spazio domestico. Tante idee legate ai gesti quotidiani, ai tanti comportamenti in fase di trasformazione. Sul piano delle soluzioni produttive, le varie proposte sono assai eterogenee, ma dirette a un preciso bersaglio: costituire delle interessanti occasioni commerciali. Solo attraverso quel tipo di diffusione possono entrare a far parte dei nostri paesaggi materiali, evolvendoli e perfezionandoli.
{GALLERY}Il management vigila sull’originalità dei prodotti, ma anche sulla loro vendibilità. Non a caso, durante la Design Week milanese, mentre tutti puntano sull’immagine e su una sperimentazione talvolta un pò autoreferenziale, Droog presenta le novità e vende al pubblico gli oggetti seriali della propria collezione.
Dopo questa premessa, puntiamo i riflettori su alcuni modelli di apparecchi luminosi. Le foto sono sufficienti a rivelare alcuni atteggiamenti di fondo. Innanzitutto la propensione alle forme semplici, a tutto campo. Niente decori inutili, ma performance materiche. Niente complessità produttiva, ma ready made.
Le lampade in silicone aspettano solo di essere palpate. Al semplice rapporto visivo si aggiunge quello tattile. In altri modelli, il gioco dell’assemblaggio sviluppa una nuova idea dell’eleganza, senza mettere in crisi (anzi!) l’antico valore della funzionalità.

Copyright © - Riproduzione riservata
Droog…àti dalla genialità Architetto.info