Glass drop, una goccia di metallo (e luce) | Architetto.info

Glass drop, una goccia di metallo (e luce)

wpid-5399_GLASSDROPfamiglia.jpg
image_pdf

Il vetro soffiato si veste dei riflessi del metallo nella nuova Glass drop: la lampada – firmata da Diesel Creative Team e trasformata in realtà grazie al know how di Foscarini – si presenta ora in una inedita versione da tavolo.

Ispirata all’immagine di una goccia che cade in una ciotola di metallo fuso, fotografata nell’istante esatto in cui produce morbide onde concentriche, la nuova Glass drop tavolo condivide con l’omonima lampada a sospensione la materia prima – il vetro soffiato a bocca – e il trattamento tecnologico, che le conferisce il caratteristico effetto metallizzato.

La nuova lampada da tavolo della collezione Diesel Living with Foscarini vive una doppia vita grazie alla sua finitura superficiale in alluminio che ricopre il corpo in vetro soffiato ed interagisce con la luce. Da spenta, la superficie della lampada è di un colore argento riflettente come uno specchio, mentre quando è accesa assume una tonalità beige dal sapore vintage, morbida e calda: due personalità che si alternano, grazie ad un semplice tocco sull’interruttore.

Copyright © - Riproduzione riservata
Glass drop, una goccia di metallo (e luce) Architetto.info