Il sole elettrico | Architetto.info

Il sole elettrico

wpid-4235_lolita.jpg
image_pdf

Si sa che il design contemporaneo è di natura inclusiva: non rifiuta nulla. Anzi, ogni tema diventa un’occasione di arricchimento e di innovazione tipologica. Perfino lo chandelier, ossia il mega-lampadario protagonista dello sfarzo dei palazzi reali e successivamente, in forme più contenute, dei salotti borghesi fino agli anni ‘60, sta riconquistando la ribalta dell’interior design. Le motivazioni sono plurime, dalla necessità di trovare artefatti luminosi capaci di confrontarsi con i grandi spazi del nuovo lusso, fino all’applicazione di nuovi materiali. Ed è proprio la dimensione connaturata a quella tipologia di apparecchio a garantire la spettacolarità, indipendentemente, ad esempio, dal materiale: la plastica riciclata e il vetro di Murano, lassù, assumono pari dignità.

Lo chandelier è una sorta di grande sole artificiale con valore accentratore. Mentre la “rivoluzione luminosa” da Gino Sarfatti in poi, vede nella lampada une elemento mobile, regolabile, disseminato nella stanza, il lampadario ritorna a essere una presenza accentratrice e statica. Indipendentemente dalla dimensione dell’ambiente che lo ospita, è un totem che “viene fuori”, nel senso che può essere anche “fuori scala”.

La resa espressiva non concerne soltanto il materiale che domina la composizione. Il cristallo Swarovski segna sicuramente la riaffermazione delle gocce sfaccettate in chiave contemporanea, ma occorre soffermarci sulla parte occulta e trascurata: la sorgente. L’imminente cessazione delle lampade alogene, la diffidenza verso le lampadine a incandescenza e la sostanziale inadeguatezza formale della grande famiglia dei fluorescenti stanno mettendo in allerta le aziende. Eppure il LED, tanto nella versione puntiforme che nella versione OLED sta fornendo delle risposte calzanti. L’obiettivo dello chandelier non è quello di fare luce ma di creare un’emozione luminosa di grande portata. In fondo, nel suo essere una scultura appesa al soffitto, è sufficiente un chiarore flebile e stellato.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il sole elettrico Architetto.info