Ingegneria nel design | Architetto.info

Ingegneria nel design

wpid-4073_lightfeb.jpg
image_pdf

L’estetica della macchina e, più in generale, il mondo della tecnica hanno sempre suggestionato il design, da Eileen Gray a Jean Prouvé. Il materiale metallico e le linee nude ci stupiscono da decenni, anche in oggetti a bassa complessità funzionale. Oltretutto, il linguaggio della tecnica è forse quello che consente di preservare il prodotto dall’obsolescenza d’immagine cui altrimenti sarebbe soggetto.

Crediamo che anche AX20, disegnata da Manuel Vivian, si collochi in questo orizzonte. È una lampada da scrivania in ottone e ferro finiti cromo con dettagli in nero opaco grip e con regolazione direzionale del fascio luminoso. La lampada, così come tutta la collezione, nasce dal desiderio di Axo Light di valorizzare la sua vocazione per la tecnica più avanzata e per la qualità dei dettagli, abbinate alla passione per il design. Un design che, in questa collezione, è quello delle forme essenziali e dei dettagli raffinati del mondo tecnologico dell’ingegneria meccanica di alto livello.

Caratteristica principale è la precisione con la quale è possibile indirizzare il flusso luminoso. Tre sono i punti sui quali agire. La base è a rotazione con cuscinetti a sfera perché la lampada possa essere ruotata di 360° semplicemente con un dito, senza il minimo sforzo. Inoltre il braccio, grazie allo snodo che lo unisce allo stelo, può essere regolato in altezza. Infine, l’asta di regolazione del diffusore consente di indirizzare la luce con millimetrica precisione. Elemento di notevole importanza estetica, oltre che pratica, è il dimmer, che è posto sul braccio all’estremità opposta del diffusore: nella forma, nella grafica e nei colori il dimmer richiama il contagiri delle automobili sportive.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Ingegneria nel design Architetto.info