La lampada a imbuto | Architetto.info

La lampada a imbuto

wpid-5106_hmeewrwe.jpg
image_pdf

La progettazione della lampada deve la sua forma all’imbuto, un oggetto assai tipico nelle case delle famiglie di tutto il mondo, qualcosa che tutte le nostre nonne utilizzavano nelle loro cucine, per la decantazione e l’imbottigliamento del vino, dell’olio d’oliva e altri liquidi simili.
Mentre un oggetto “familiare” è stato trasformato in uno nuovo, sempre in cucina, ma questa volta appeso, o su un tavolo da pranzo come una riconoscibile sorgente luminosa, iconica – un piccolo imbuto che funge da rosone su un soffitto, una grande luce che “cola”, che si riversa, colata sulla superficie orizzontale sottostante.
Gli stessi elementi sono ulteriormente trasformati in lampade da terra e da tavolo, con un grande imbuto orientabile che consente di dirigere specificatamente la luce. Un raggio simile a un tubo di luce esce dalla parte superiore della lampada, creando un gioco di luce sul soffitto e sulle pareti limitrofe.{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La lampada a imbuto Architetto.info