La lanterna cinese rivisitata | Architetto.info

La lanterna cinese rivisitata

wpid-8190_home.jpg
image_pdf

Il designer londinese Benjamin Hubert ha presentato queste lampade in poliestere per il marchio svedese Zero, in occasione della Stockholm Furniture Fair di questo mese.

Chiamata Loom, la lampada presenta forme che sono ricavate da un materiale intessuto nelle tre dimensioni normalmente usato per la biancheria da letto. Loom è una collezione di lampade a sospensione che utilizza questo nuovo materiale in poliestere tridimensionale progettato dallo stesso Benjamin Hubert per la casa produttrice svedese Zero.

Originariamente utilizzato come tessuto di supporto nel settore della biancheria da letto, il tessile 3D non era mai stato utilizzato prima nel settore dell’illuminazione.

Il tessuto può essere allungato per dare luogo a forme complesse e diffondere la luce attraverso la sua fitta rete di fibre di poliestere. Il tessuto è tenuto in forma e in tensione da una lente realizzata in un polimero leggero posta al centro di ogni pendente dedicata a ospitare il corpo illuminante.

Le forme delle lampade tessili fanno riferimento alle lanterne tradizionali cinesi con l’intento di trasformare un noto riferimento iconografico con un nuovo materiale tecnologico.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La lanterna cinese rivisitata Architetto.info