LA PARETE-ORIGAMI | Architetto.info

LA PARETE-ORIGAMI

wpid-4335_home.jpg
image_pdf

Si chiama Light.Form, ma il suo nome è troppo generico per una soluzione decorativa davvero… brillante.

Daniele Gualeni, giovane ingegnere travolto dalla passione per il design, e Francesca Rogers hanno lanciato pochi mesi fa un sistema di texturizzazione luminosa della parete. Esso è formato da moduli che sfruttano sapientemente la tecnologia del foglio elettroluminescente, che viene utilizzato per la creazione di tante cellette. Ognuna viene poi coperta da quattro triangoli flessibili in legno di wengé che, articolandosi lungo una cerniera, modulano la luce in un elegante gioco a tre tonalità.

La parete diventa cangiante, aperta alle interpretazioni, interattiva, come fosse un minuzioso origami sviluppato in superficie.

L’idea sicuramente ricalca le ricerche sviluppate nel campo dell’optical negli anni ’60, specialmente intorno al tema del pannello luminoso, ma dobbiamo riconoscere il senso dell’appropriatezza tecnologica: l’uso del foglio elettroluminescente consente uno spessore minimo e, finalmente, un basso consumo energetico, abbinato a una bassa emissione di calore.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
LA PARETE-ORIGAMI Architetto.info