Lampade stupefacenti | Architetto.info

Lampade stupefacenti

wpid-4309_.jpg
image_pdf

 

Wonderlamps nasce da una collaborazione creativa tra Studio Job e Pieke Bergmans.

Studio Job crea oggetti monumentali in bronzo fuso. Negli ultimi anni Bergmans si è fatta un nome grazie alle sue opere in cristallo soffiato a mano che si addensano in forme sinuose. Eppure esistono dei punti di affinità. Entrambi gli atelier lavorano con materiali archetipici che prendono la propria forma attraverso la coagulazione. Ed entrambi sono soliti porre degli utensili di uso quotidiano in dei contesti diversi e sorprendenti.

E ambedue hanno una propria visione e un proprio stile estremamente personali. Ove Bergmans, con dei prodotti sorprendenti, cerca una correlazione con la realtà, Studio Job crea un mondo unico e fantastico pieno di elementi surrealistici. Queste differenze offrono sufficienti punti di contatto per un sorprendente ed eccitante scambio di idee.

Nei modelli presentati pochi mesi fa da Dilmos, la luce sembra letteralmente uscita da una fiaba, dove un incantesimo la paralizza e la conserva in contenitori dorati.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Lampade stupefacenti Architetto.info