Pininfarina e Aecom firmano la torre di controllo del nuovo aeroporto di Istanbul | Architetto.info

Pininfarina e Aecom firmano la torre di controllo del nuovo aeroporto di Istanbul

Un landmark identitario capace di riflettere la tradizione del paese, parte di un’infastruttura aereoportuale che punta a diventare la più grande del Mondo

Airport Traffic Control Tower – Istanbul New Airport © Getty Images
Airport Traffic Control Tower – Istanbul New Airport © Getty Images
image_pdf

Un’infrastruttura colossale, costruita interamente da zero e destinata a diventare uno dei maggiori hub aeroportuali mondiali. È il nuovo scalo aereo di Istanbul, a 35 km a nord dal centro della capitale turca, oggi in grado di accogliere ‘solo’ 90 milioni di passeggeri annui, ma che una volta completato il progetto diventerà l’aeroporto più grande del Mondo di nuova realizzazione in termini di capacità, perché potranno decollare a atterrare 200 milioni di viaggiatori all’anno. È in questo contesto che si colloca la torre di controllo del traffico aereo disegnata da Pininfarina e Aecom, che svetta nel cielo di Istanbul come un nuovo landmark identitario. Firma inconfondibile del nuovo aeroporto, la torre ATC (Airport Traffic Control Tower) regala alla città un elemento architettonico contemporaneo capace di riflettere la tradizione del paese soprattutto per la forma organica che ricorda quella di un tulipano, simbolo storico e culturale della Turchia.

La genesi del progetto

Selezionato come vincitore del concorso a inviti che ha visto competere grandi firme internazionali quali Zaha Hadid, Moshe Safdie, Grimshaw-Nordic, RMJM Architects e Massimiliano Fuksas (per sfogliare la gallery di tutte le proposte progettuali clicca qui), il concept del progetto a firma Pininfarina e Aecom unisce lo stile del design italiano proveniente dall’influenza automobilistica e aeronautica dell’azienda torinese con il know how e l’alta esperienza del team di ingegneri statunitensi di Aecom. Il risultato è una torre tecnologicamente avanzata, sostenibile e dal carattere identitario con diversi richiami all’architettura di Istanbul, per questo molto apprezzata dalla joint venture turca che ha bandito il concorso di progettazione (niente di meno che il consorzio IGA dei cinque contractor a capo dell’intero processo di costruzione dell’aeroporto).

Il design scultoreo della nuova torre richiama la forma organica e sinuosa di un tulipano, importante riferimento culturale della storia turca © Pininfarina e Aecom

Il design scultoreo della nuova torre richiama la forma organica e sinuosa di un tulipano, importante riferimento culturale della storia turca © Pininfarina e Aecom

I dettagli architettonici

Alta 90 metri e sviluppata su un’area di circa 5 mila mq, la torre presenta un design ellittico e scultoreo, il cui profilo sembra modellato dal vento, e culmina con due aree di controllo disposte su due livelli sovrapposti, aperte verso l’esterno con una visuale a 360° garantita dall’utilizzo di vetrate altamente performanti che ottimizzano l’irraggiamento e il comfort termo-acustico. Tengono infatti conto dei forti sbalzi climatici di Istanbul, mantengono un isolamento efficiente e forniscono un’elevata schermatura solare che permette di rispettare le necessità visive. A completare la quota sostenibile dell’edificio, sono stati installati collettori solari per la fornitura di acqua calda, pannelli fotovoltaici per l’elettricità e sistemi di raccolta delle acque piovane per ridurre l’impronta idrica del fabbricato.

La torre si eleva per 90 metri e culmina con due aree di controllo che garantiscono una visuale a 360° sull’aeroporto © Pininfarina e Aecom

La torre si eleva per 90 metri e culmina con due aree di controllo che garantiscono una visuale a 360° sull’aeroporto © Pininfarina e Aecom

I richiami all’architettura locale, oltre alla simbologia del tulipano, sono evidenti anche all’interno della struttura futuristica che si staglia alla base della torre. L’atrio centrale è infatti illuminato da un lucernario geometrico la cui texture crea giochi e rimbalzi di luce tipici degli edifici storici turchi. Mescolando aree lavorative e ludiche, l’organizzazione spaziale degli ambienti interni riflette il ciclo giornaliero del personale che vi lavora nel pieno rispetto di tutte le attività: sleep, eat, work, learn, play, rest. Il personale potrà infatti godere di aree lounge, sale da pranzo private, aule informali dedicate alla pausa caffè, oltre a terrazze esterne panoramiche e persino un palazzetto dello sport per incoraggiare uno stile di vita sano. Aule di lavoro si affiancano infine ad un Centro Meteorologico e ad un Education Center provvisto di aule, laboratori linguistici e di elettronica, e di un teatro a gradoni dedicato a conferenze.

A segnalare le enormi proporzioni dell’Istanbul New Airport, progettato da un team guidato dallo studio londinese Grimshaw Architects (insieme a Nordic Office of Architecture e Haptic), riportiamo qualche numero: l’estensione complessiva sarà di circa 77 milioni di metri quadri (di cui 53 mila solamente per il duty free), frutto di un investimento complessivo di 10,2 miliardi di euro. La prima fase appena inaugurata comprende la realizzazione del terminal principale di 1,4 milioni di mq, due piste indipendenti, una serie di edifici ausiliari e la Torre di Controllo ATC.

Credits

Progetto: Airport Traffic Control Tower (ATC) presso l’Istanbul New Airport (INA)
Progettisti: Pininfarina e Aecom
Contractor: IGA – consorzio di cinque contractor leader turchi (Cengiz, Mapa, Limak, Kolin and Kalyon) aggiudicatario della concessione per costruire il nuovo aeroporto
Localizzazione: distretto di Arnavutköy – parte europea di Istanbul, Turchia
Dimensioni: area 5.000 mq, altezza della torre 90 m

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Pininfarina e Aecom firmano la torre di controllo del nuovo aeroporto di Istanbul Architetto.info