Viaggio tra le Stazioni dell'Arte della Metropolitana di Napoli | Architetto.info

Viaggio tra le Stazioni dell’Arte della Metropolitana di Napoli

Viaggiare in metropolitana non è mai stato così piacevole: a Napoli la mobilità pubblica sotterranea, grazie al progetto delle “Stazioni dell'Arte”, si sviluppa come museo diffuso di opere contemporanee, realizzate da artisti internazionali

La stazione di Toledo
La stazione di Toledo
image_pdf

A Napoli l’arte si è impossessata dei luoghi della mobilità pubblica e ha trasformato le stazioni della metropolitana in spazi culturali accessibili a tutti. Costruita a partire dagli anni 2000, la cosiddetta ‘Metro dell’Arte di Napoli’ è infatti uno degli esempi più particolari di sistema museale diffuso su tutta l’area urbana; un trionfo di arte contemporanea, architettura internazionale e urbanistica, un complesso artistico-funzionale che combina le esigenze urbane e infrastrutturali con il piacere dell’arte e della cultura, e che ha ricevuto anche moltissimi riconoscimenti internazionali. Gli ambienti di transito sotterranei e gli spazi esterni d’accesso sono stati invasi da elementi artistici, sculture, materiali innovativi e opere contemporanee realizzati da celebri esponenti dell’arte concettuale o figurativa, fotografi o illustri architetti. Con un semplice biglietto della metro è quindi possibile viaggiare lungo la linea 1 e la linea 6 alla scoperta di quei percorsi espositivi che rendono il sistema di trasporto più accogliente e piacevole (le opere sono circa duecento, realizzate da una novantina di artisti).

Leggi anche: La nuova stazione centrale dell’Aia progettata da Benthem Crouwel Architects

Tra i grandi nomi Gae Aulenti, autrice delle fermate Dante e Museo; l’Atelier Mendini, portatore di un linguaggio eclettico e vivace nelle stazioni Materdei e Salvator Rosa; Karim Rashid sostenitore dell’era digitale con effetto un po’ psichedelico nella fermata Università e Dominique Perrault, progettista dell’elegante stazione in piazza Garibaldi completata nel 2013 (leggi la nostra intervista). Un tour affascinante e spettacolare accompagna quindi i visitatori in un museo inaspettato costellato di opere, come i mosaici di Sandro Chia e Luigi Ontani, le sculture di Salvatore e Mimmo Paladino, le installazioni neon di Mario Merz, gli specchi di Michelangelo Pistoletto o le fotografie di Gabriele Basilico.
Clicca sulla photogallery per cominciare il viaggio.

Copyright © - Riproduzione riservata
L'autore
Viaggio tra le Stazioni dell’Arte della Metropolitana di Napoli Architetto.info