Bellezza Universale | Architetto.info

Bellezza Universale

wpid-4252_nuovaphoto.jpg
image_pdf

Joe Colombo è senza dubbio tra i designer che hanno cambiato la storia stessa del design, con creazioni che ancora oggi restano simbolo e ispirazione per i giovani artisti. Ma il lavoro di Colombo è anche strettamente legato al contesto politico e sociale dell’Italia degli anni Sessanta e Settanta, vale a dire dell’ottimismo che ferveva all’epoca e dell’emergente cultura Pop.

Uno delle sue opere storiche è stata la Sedia Universale – anno 1965. L’idea di Universale esce dall’idea di creare una sedia di un unico materiale, regolarizzabile su tre altezze diverse, ‘Universale’ perchè sostituendo le gambe è possibile ottenere uno sgabello, una sedia da pranzo normale o una sedia bassa.

Inizialmente fu studiata per essere prodotta in alluminio, quindi in ABS; nel 1967 iniziò la produzione in un unico materiale, il prolipropilene, e con un unico stampo, ottenendo così una notevole riduzione in termini di tempi e costi.

E’ la prima sedia a unico stampo. Varie le combinazioni possibili può essere unita sul fianco ad altre sedie, pratica e leggera può essere facilmente impilata grazie alle scanalature sul sedile.
La possibilità di essere trasportata è infine resa agevole grazie ad un foro centrale inoltre nel caso dell’utilizzo esterno permette circolazione di aria ed acqua.

Ergonomica comoda nella seduta e con un alto schienale è sedia da esterno e da interno. La Universal Chair venne realizzata in due anni da Colombo insieme all’azienda Kartell.

Un modello lineare e molto semplice da un punto di vista estetico ma di sicuro dalla bellezza intramontabile.

A.U. {GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Bellezza Universale Architetto.info