Ceramics of Italy, i vincitori della 'Tile Competition' | Architetto.info

Ceramics of Italy, i vincitori della ‘Tile Competition’

wpid-23452_coverceramicsofitalymansfield.jpg
image_pdf

Dalla California al Canada, dal Messico fino alle Isole Vergini: location di prestigio di centri commerciali, alberghi di lusso e residenze private accomunate dall’impiego di ceramiche made in Italy. Sono i progetti premiati all’ultima edizione della Tile Competition promossa dalla Italian trade commission e da Ceramics of Italy, il marchio che racchiude a livello internazionale le industrie associate a Confindustria Ceramica.

Annunciati nelle scorse settimane, i progetti vincitori sono stati selezionati da una giuria internazionale per l’uso eccellente del materiale ceramico, la qualità dell’installazione e il valore generale del design, senza dimenticare l’attenzione alla sostenibilità e l’impatto che l’uso della ceramica ha sul progetto complessivo. Ai vincitori delle tre categorie principali – edifici residenziali, istituzionali e commerciali – è stato riconosciuto un premio da 4mila dollari e un viaggio a Bologna per presenziare alla prossima edizione del Cersaie, il grande evento internazionale dedicato alla ceramica, in programma alla Fiera di Bologna dal 22 al 26 settembre 2014.

Edifici residenziali

Vincitore: 355 Mansfield a Los Angeles, California.

Studio: D.I Group + Adeet Madan

Contractor: Rami Madan

Distributore: D.I Group

Marchio ceramico impiegato: Ceramiche Refin

Menzione: Chabra Residence a Port Washington, New York

Studio: Narofsky Architecture

Contractor: John Gushue-Metropan; Rocco Tile

Marchio ceramico impiegato/Distributore: Lea Ceramiche

Menzione: Isla de fuego a Cancun, Messico

Studio: Mario Bolivar Study of Architecture and Design

Contractor/Distributore: Maline Tiles

Marchio ceramico impiegato: Provenza

Edifici commerciali

Vincitore: Plaza of the Americas a Dallas, Texas

Studio: Corgan Associates

Contractor: Kenma Tile

Distributore: Horizon Tile

Marchio ceramico impiegato: Cotto d’Este

Menzione: Sede Luxottica a Port Washington, New York

Studio: Mojo Stumer Associates

Contractor: J.T. Magen & Company

Distributore: Cancos Tile Corporation

Marchio ceramico impiegato: Mirage

Menzione: Frenchman’s Reef & Morning Star Marriott Beach Resort a St. Thomas, nelle Isole Vergini

Studio: Leo A Daly

Contractor: Raider Construction

Distributore: Concept Surfaces

Marchio ceramico impiegato: Unicom Starker

Edifici istituzionali

Vincitore: Morgan Hall, Temple University

Studio: Mga Partners

Contractor: Belfi Brothers

Distributore: High Style Stone & Tile

Marchio ceramico impiegato: Mirage

Menzione: Paul H. Cocker Architecture Gallery, Ryerson University a Toronto, Canada

Studio: Gow Hastings Architects, Inc.

Contractor: Gaydor Flooring, Inc.

Distributore: Stone Tile International, Inc.

Marchio ceramico impiegato: Laminan

Menzione: The Mother Baby Center at Abbott Northwestern Hospital and Children’s Hospitals & Clinics a Minneapolis

Studio: Hdr Architecture

Contractor: Grazzini Brothers & Company

Distributore: RBC Tile and Stone

Marchi ceramici impiegati: Atlas Concorde, Ceramiche Caesar

Copyright © - Riproduzione riservata
Ceramics of Italy, i vincitori della ‘Tile Competition’ Architetto.info