Culti-vare il corpo e lo spirito | Architetto.info

Culti-vare il corpo e lo spirito

wpid-3727_interior.jpg
image_pdf

Anche se il centro termale ritratto da queste foto costituisce un’opera importante e di notevoli dimensioni, compiamo comunque un’operazione riduttiva, quasi di campionatura. Se facciamo riferimento al profilo creativo del progettista, ci accorgiamo che essa è un tassello di un pensiero assai vasto.

Alessandro Agrati, che ha dato vita a questa spa situata a Lazise, è innanzitutto il fondatore del marchio Cult, lanciato nel 1990. Un nome sotto il quale si raccolgono tanti episodi “progettuali” (dal profumo d’ambiente al mobile, dall’hotel agli accessori da yacht) che, nonostante la disomogeneità tematica, sono legati da un sofisticato fil rouge estetico.

{GALLERY}

Prima di concepire oggetti, tessuti e arredi, Agrati pensa a un’art de vivre basata su forme semplici, colori neutri e luci soft. Ma non si tratta né di uno strascico minimalista né di una rinuncia al linguaggio. Anzi, il suo mondo espressivo è talmente forte da sopravvivere alle mode e da essere trasversale rispetto a un’utenza assai ampia e diversificata. Nei suoi luoghi satinati e accoglienti, il cliente può trovare una dimensione del tutto alternativa del lusso e del prodotto di qualità, una sfera priva di eccessi, lontana dal glamour ostentato.

Anche la spa di Lazise, sul versante orientale del lago di Garda, risponde al mélange di muri color panna, legni délavé e pietra beige… quasi un’immagine coordinata diffusa su territori della Penisola del tutto diversi, ma declinata a seconda delle peculiarità del luogo. Lì il cliente può trovare una sobrietà che si esprime tanto nell’architettura quanto nelle linee di olii per il corpo, creme e incensi, passando per arredi e tessuti.

Copyright © - Riproduzione riservata
Culti-vare il corpo e lo spirito Architetto.info