Dallo stile shaker al modernismo in una sedia | Architetto.info

Dallo stile shaker al modernismo in una sedia

wpid-113_.jpg
image_pdf

Mescolare il tradizionale stile da cucina shaker con le tipiche sedute a fili metallici “icone” del Modernismo di metà secolo. Aggiungervi un tocco di classico minimalismo giapponese. Il risultato è Wirewood Chair, la nuova proposta del designer nipponico Tatsuo Kuroda, che combinato due elementi di grande essenzialità in una forma semplice ma singolare.

Le uniche due componenti sono la seduta, un unico pezzo curvato composto dall’intreccio dei fili metallici, e la base di legno, che richiama appunto le cucine più tradizionali. I due pezzi sono uniti inserendo le punte dei fili metallici direttamente nei fori del solido legno. È proprio questa giuntura il tratto più caratteristico della Wirewood Chair: sollevando leggermente la seduta dalla base, le conferisce un aspetto leggero e sottilmente dinamico.

“Ho cercato” spiega Kuroda “di riferirmi alle forme classiche e ai materiali base della storia del design, per offrire una reinterpretazione della sedia contemporanea”.

 

V.R.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Dallo stile shaker al modernismo in una sedia Architetto.info