I portalegna diventano oggetti di design | Architetto.info

I portalegna diventano oggetti di design

wpid-4386_apros.jpg
image_pdf

Lo stile può ancora fare a meno della funzionalità? Probabilmente sì, ma perché privarsi dei famosi due piccioni con una fava? Al di là della dissociazione fra etica ed estetica con cui le avanguardie del Novecento hanno cambiato il concetto di design, il recupero dei valori di utilità nella progettazione per interni sembra tornato a essere una priorità: per gli artisti, ma anche per chi deve scegliere come dare un tono al proprio salotto senza rinunciare alle più basilari funzioni d’uso dell’arredamento.

Prendendola alla larga, in un mondo che viaggia verso gli 8 miliardi di abitanti, con metropoli sempre più sovraffollate e soprattutto appartamenti sempre più mini, una delle poche certezze per il futuro è il dovere di pensare ad un design etico, sociale, sostenibile, green, o anche semplicemente capace di abbinare l’estetica a una funzione concreta. D’altra parte il concetto era chiaro già in epoca classica, quando al picchiotto – prosaicamente chiamato battente da portone – si iniziò ad associare una valenza artistico-decorativa che andava ben oltre il semplice ruolo di “campanello analogico” (nel caso dei picchiotti a forma di animale feroce o mostro mitologico, la funzione attribuita era addirittura magica).

Più in linea con lo spirito pragmatico dei tempi, i portalegna da parete della linea Symbol creati da Apros ci fanno pensare al dominio dei numeri e delle forme geometriche, elementi alla base della progettazione di qualsiasi struttura e componente di arredamento. Una presenza tanto fondamentale quanto invisibile o silenziosa come nel caso dei simboli di punteggiatura per il linguaggio parlato.

Ecco allora che i portalegna assumono la forma di un punto esclamativo o interrogativo, dei simboli di addizione ed uguaglianza, del triangolo e del cerchio. Prodotti realizzati in lamiera ad alto spessore ricoperta da una speciale verniciatura antigraffio.

Ancor più funzionali sono i portapellet e portalegna della linea Habitat, disegnati per diventare portariviste, portagiochi o addirittura delle comode sedute. Il design è anche in questo caso elegante e minimale, pensato per valorizzare i colori stessi della legna e renderla parte della composizione, mentre la verniciatura antigraffio e soft touch che ricopre la lamiera ad alto spessore genera un effetto tattile gommato. Ottimizzare gli spazi con stile è dunque possibile anche grazie ad accessori da caminetto moderni, creati con personalità e materiali innovativi per valorizzare il salotto con un tocco di ironia.

Anche l’arredamento di interni può dunque evolvere nel tempo e assumere nuovi significati. Il focolare domestico, da nucleo attorno al quale si sviluppava l’intera abitazione, si rivela oggi un elemento di design in grado di esprimere uno stile perfetto per scaldare l’atmosfera di casa. E non solo dal punto di vista della temperatura.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
I portalegna diventano oggetti di design Architetto.info