Il mitico Woody | Architetto.info

Il mitico Woody

wpid-4203_sgabello.jpg
image_pdf

La materia non è mai un fatto oggettivo e stabile, specialmente nelle fluttuazioni del design contemporaneo. Tra i semilavorati, il multistrato è forse uno dei più arcaici e comunque quello più usato nel campo dell’arredo.

Con un gesto abile e determinato, Odoardo Fioravanti ne studia un criterio di curvatura per la creazione dello sgabello Woody. La sfida consiste nel ridurre il numero dei pezzi che abitualmente compongono quella tipologia di seduta e nel semplificarne la tradizionale fisionomia. Il “foglio”, infatti, si piega verso il basso per sostenere la barra appoggiapiedi, stabilendo invece un rapporto di totale estraneità rispetto allo stelo portante.

In questo oggetto moderno, la raffinatezza del legno a vista non viene certo occultata, ma ne esiste una versione colorata sia sopra che nel sottofondo, mentre il bordo lascia vedere l’autentica natura costruttiva.

Particolarmente piacevole è il gioco geometrico, molto contemporaneo ma in grado di far diventare Woody un modello adatto ad ambienti perennemente cool, un po’ come accade per l’intera collezione di Pedrali, l’azienda produttrice.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Il mitico Woody Architetto.info