Al Salone del Mobile 2016 in mostra anche il vetro del futuro per gli smartphone | Architetto.info

Al Salone del Mobile 2016 in mostra anche il vetro del futuro per gli smartphone

Al Salone del Mobile 2016 ci sarà Amorphous, installazione realizzata partendo da un vetro ultra sottile pensato per le coperture di smartphone e tablet

amorphous_agc_1
image_pdf

Una lastra ultrasottile temprata chimicamente, pensata ad hoc per la copertura di smartphone e tablet, sarà protagonista di Amorphous, installazione già tra le più attese della settimana del Salone del Mobile a Milano. Amorphous è una struttura-installazione artistica realizzata completamente utilizzando il vetro Dragontrail, realizzato dalla giapponese Agc Asahi Glass, specializzata in soluzioni in vetro.

La particolarità di Dragontrail è, secondo Agc, il mix tra elevata resistenza della superficie, leggerezza e flessibilità. Le sue proprietà antigraffio e antiurto sono ottenute secondo trattamenti innovativi di rinforzo chimico nell’ambito del processo produttivo del vetro sottile, che consentono al materiale di essere impiegato per la prima volta in una più ampia varietà di settori.

 

amorphous_agc_2

Amorphous, esposta presso il Superstudio Più di Via Tortona, è di fatto una sorta di struttura molecolare in vetro, priva di una forma definita, pensata per ‘ridefinire l’immagine del materiale‘. Lo spazio consentirà al visitatore di vivere un’esperienza unica all’interno di un ambiente vitreo leggero, libero e ricco di espressività.

Il progetto dell’installazione è curato in partnership creativa on Nosigner, azienda giapponese di design a cui è affidata la strategia e l’esecuzione del progetto: dalla grafica al prodotto fino allo space design. Lighting designer è Izumi Okayasu.

Copyright © - Riproduzione riservata
Al Salone del Mobile 2016 in mostra anche il vetro del futuro per gli smartphone Architetto.info