Jimmy Choo sceglie il made in Italy | Architetto.info

Jimmy Choo sceglie il made in Italy

wpid-5218_JimmyChoo.jpg
image_pdf

E’ ospitato da uno storico palazzo in stile Georgiano situato a Dover Street, Londra, il nuovo flaship store inaugurato dal brand di accessori di lusso Jimmy Choo e dedicato alla collezione uomo. Due piani, 1.200 mq, dove un approccio eclettico e non convenzionale mettono in risalto i prodotti del brand londinese. Gli arredi sono vintage, fra cui spiccano la poltrona P40 progettata da Osvaldo Borsani nel 1955 e il tavolo Giò Ponti in legno e vetro, che offrono agli interni moderni un taglio retrò tipico degli anni ’60.

L’accostamento prettamente maschile dei colori nero, antracite e argento è alternato a riflessi di colore rosso. Le finiture di marmo nero e pelle sono combinate con texture di feltro, velluto e tweed. A realizzare questo suggestivo ambiente i due interior designers dello studio CQS di Milano, Simone Ciarmoli e Miguel Queda, i quali hanno saputo interpretare l’esclusività e il Dna del brand. Lo store riesce ad esprimere un carattere affascinante e creare un ambiente accogliente e molto ricercato anche grazie alla selezione degli apparecchi di illuminazione e al loro utilizzo e posizionamento effettuato con la consulenza dello studio + Light di Milano.

Il progetto è frutto della pluriennale esperienza dello studio di architettura e design CQS che vanta realizzazioni di prestigiosi brand fashion e luxury. L’illuminazione, infine, è firmata da un’altra eccellenza italiana, Reggiani. La soluzione illuminotecnica studiata per lo store ha puntato su Yori, un proiettore dal design minimalista che s’inserisce armoniosamente all’interno degli ambienti dello store.

Copyright © - Riproduzione riservata
Jimmy Choo sceglie il made in Italy Architetto.info