Apre il Museo Albino Luciani: l'allestimento di Marino Baldin | Architetto.info

Apre il Museo Albino Luciani: l’allestimento di Marino Baldin

Studiato dall’architetto veneto Marino Baldin insieme al curatore scientifico del museo Loris Serafini, l'allestimento si propone come percorso fortemente emotivo alla scoperta di Papa Luciani. L'inaugurazione è venerdì 26 agosto 2016

PT_Biglietteria_02
image_pdf

Il Museo “Albino Luciani” (MUSAL), che sorgerà a Canale d’Agordo (Belluno), sarà inaugurato venerdì 26 agosto 2016. L’esposizione permanente, con allestimento studiato dall’architetto Marino Baldin insieme al curatore scientifico del museo Loris Serafini, vuole creare un percorso emotivamente coinvolgente con filmati e audio che ripropongono la voce di Albino Luciani. Attraversando le varie stanze dell’esposizione infatti, oggetti, musiche, scenografie e la pacata voce del Santo Padre avvolgeranno il visitatore.

Obiettivo dell’esposizione è far conoscere la vita, la formazione e l’insegnamento di Papa Giovanni Paolo I, così da descriverne la profonda preparazione culturale, l’attenzione verso i bisognosi, la semplicità, l’umiltà, la trasparenza dell’operato e la grande sensibilità pastorale.

Nelle due stanze del seminterrato il progetto museale illustra la storia e il tessuto culturale della Valle del Biois. Il percorso prosegue al primo piano dove in tre ambienti si articolano la storia di Canale d’Agordo e la vita di Albino Luciani nel suo paese natale, dall’infanzia fino alla sua ordinazione sacerdotale. Al secondo piano infine vengono raccontati gli anni dell’episcopato.

museo albino luciani

Allestimento

 

 

PT_Biglietteria_04

Allestimento

Copyright © - Riproduzione riservata
Apre il Museo Albino Luciani: l’allestimento di Marino Baldin Architetto.info