Object Dependency: monografica su Nendo | Architetto.info

Object Dependency: monografica su Nendo

wpid-4288_nuovanendo.jpg
image_pdf

La loro inventiva e l’abilità che dimostrano nel mettere in discussione il tradizionale rapporto tra oggetti, realtà e design gli hanno fatto meritare l’esposizione, organizzata in occasione di Maison & Objet 2012, alla Galleria Pierre-Alain Challier, intitolata “Object Dependency”, una monografia interamente dedicata al team Nendo Studio.

Lo studio giapponese, di cui fa parte Oki Sato, ha sempre stupito, ammaliato e divertito con le sue creazioni e elementi d’arredamento, che in un certo qual modo stravolgono la nostra percezione del reale e giocano con la fantasia.

Sono 14 i nuovi pezzi presentati nell’esposizione, fra questi i migliori del 2011, come una serie di mensole e lampade della mostra “Dancing Squares”, presentate alla Singapore Art Stage Fair 2011, o i tavoli trasparenti di “Textured Transparency”, presentati a Milano dalla Galleria Janone nell’aprile 2011.

Tutta la collezione esplora nuove forme che nascono da un nuovo, ristabilito legame tra l’oggetto e la sua funzione di arredamento.

C.C.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Object Dependency: monografica su Nendo Architetto.info