Oltre la tenda: il progetto di Hilario Isola per la Biennale di Marrakech | Architetto.info

Oltre la tenda: il progetto di Hilario Isola per la Biennale di Marrakech

Concepito da Hilario Isola con il coinvolgimento di università e aziende italiane, il progetto “TENTative Structures” incrocia architettura e arte pubblica per proporre un superamento dello spazio 'tenda'

Fotografia di Massimo Bicciato
Fotografia di Massimo Bicciato
image_pdf

Fino all’8 maggio 2016 a Marrakech, in Marocco, è visibile il progetto “TENTative Structures”, un ciclo di installazioni a cavallo tra architettura, design e arte pubblica concepito dall’artista italiano Hilario Isola all’interno della Biennale di Marrakech 6.

L’evento, intitolato quest’anno “Not New Now” diretto dalla curatrice palestinese Reem Fadda, punta al superamento del dominante orientamento culturale verso il “nuovo”, attraverso l’esposizione di lavori artistici che, occupando diversi luoghi simbolo della città, ne interpellano il fondamento, la forma e le modalità. In questo contesto si inserisce il progetto di Isola: tre installazioni pubbliche, dislocate in luoghi chiave della città di Marrakech (la piazza Jemaa El Fna, patrimonio orale ed intangibile dell’umanità Unesco l’Hotel de Ville e la Gare de Marrakech), che incrociano arte, design ed architettura reinterpretando l’archetipo della tenda attraverso un approccio multidisciplinare.

Queste “TENTative Structures” sono al contempo architetture di piccola scala e grandi sculture pubbliche, spazi relazionali e mobili che riflettono una visione della tenda quale metafora del vagabondare nomadico contemporaneo. TENTative Structures è stato realizzato con la partecipazione degli studenti delle scuole di architettura e design di Domus Academy (Milano) e VCUQatar (Doha).

Ciascuna tenda è stata inoltre prodotta nei laboratori di ricerca & sviluppo di Sublitex e Ferrino& Co., con il supporto di Miroglio Textile e Lavazza.

Guarda tutte le installazioni nella gallery di seguito.

Crediti

REMOTE
Progetto di Hilario Isola
Fotografia di Massimo Bicciato
Sponsor Tecnino Sublitex
Realizzato con la partecipazione ed il supporto di Miroglio Textile and Lavazza

POP PUP
MOTOElastico (Simone Carena/Marco Bruno)
Progetto di MOTOElastico (Simone Carena/Marco Bruno)
Team Simone Carena, Marco Bruno, Juneho Kim, Barbara Charrue (VCUQatar), Yasmeen Suleiman (VCUQatar)
La realizzazione di POP PUP è stata sostenuta da una borsa di ricerca emessa dalla Virginia Commonwealth University in Qatar.

parTENTition
Leader del progetto Manfredo di Robilant
Responsabile del corso Francesca Vargiu
Tutor Eleni Pefani
Progetto di Pamela Basanez Beltran Y Puga, Prerna Khaitan, Israa Sammoura, Stephany Tanios Karam
Installazione fotografica a cura di Luca Astorri
Fotografie di Catalytic Action, Odysseas Mourtzouchos, Monica Stromdahl
Sponsor tecnico Ferrino & C. S.p.a.
Stampa fotografica di Sublitex
Master in Interior and Living Design
Domus Academy, Milan

Copyright © - Riproduzione riservata
Oltre la tenda: il progetto di Hilario Isola per la Biennale di Marrakech Architetto.info