Paniepesci: una sedia per San Filippo | Architetto.info

Paniepesci: una sedia per San Filippo

wpid-5076_PANIEPESCI.jpg
image_pdf

Paniepesci è la seduta immaginata da Alessandro Zambelli per San Filippo nel Cenacolo Vinciano. Esposta al MAC, Museo d’Arte Contemporanea di Lissone, fa parte della mostra “(1:13) – Le tredici sedie mai dipinte nell’Ultima Cena di Leonardo”, in cui tredici designer hanno immaginato e interpretato le 13 sedute degli Apostoli “nascoste” all’interno dell’opera d’arte.

Nel suo progetto, il designer ha tentato di incasellare nella concretezza del vivere quotidiano la logica misteriosa e inafferrabile di un miracolo. La seduta, con i suoi colori e elementi racconta uno dei miracoli più noti della tradizione cristiana, l’unico descritto in tutti e quattro Vangeli, quello, appunto, della moltiplicazione dei pani e dei pesci.

Il design di Paniepesci si presenta come un mosaico di riquadri che rivela gli elementi simbolici e l’essenza dell’evento miracoloso: l’azzurro del mare, l’oro del grano, il numero 5, così ricorrente nelle descrizioni del testo sacro, che ne definisce l’ordine di grandezza.

La mostra“(1:13) – Le tredici sedie mai dipinte nell’Ultima Cena di Leonardo”  al MAC sarà inaugurata il prossimo 19 ottobre e durerà fino al 1 dicembre.

Copyright © - Riproduzione riservata
Paniepesci: una sedia per San Filippo Architetto.info