Progettare giardini e terrazze: le pavimentazioni in legno | Architetto.info

Progettare giardini e terrazze: le pavimentazioni in legno

Il legno e' un materiale molto suggestivo da utilizzare per le pavimentazioni da esterno. I consigli del nostro esperto in outdoor design

wpid-26988_MarsigliFIGPavimentazioneinlegnoesoticoipetabebujasuduelivelliFotoDanieleDomenicali.jpg
image_pdf

Come pavimentazione per esterni, il legno offre soluzioni molto interessanti per rendere accoglienti i giardini e le terrazze.
Il legno delle conifere (come pino, abete, larice) è più morbido e generalmente meno costoso, mentre quello ricavato dalle latifoglie (come quercia, faggio, castagno, teak ecc.) è detto “legno duro”, è più pregiato e dal maggiore impatto estetico. 
Le specie più frequentemente impiegate sono quelle esotiche come il teak, l’iroko e l’ipè, apprezzati sia per il loro colore caldo che per l’ottima resistenza agli agenti atmosferici. Si possono citare anche: bangkirai, padouk, massaranduba, cumarù e itauba.
A seconda della specificità delle essenze, prima dell’utilizzo alcuni legni dovranno essere trattati in autoclave con impregnanti che li rendono idonei alle condizioni outdoor.
Il legno è presente sul mercato sotto forma sia di listoni che di piastrelle. 
I listoni, o doghe, hanno dimensioni variabili in funzione della tipologia e dell’azienda produttrice, lo spessore è abbastanza costante e varia tra 18 e 22 millimetri; per la larghezza si passa da 9 a 14,5 centimetri in funzione anche della finitura della doga. Vengono prodotti, infatti, sia listoni con superficie levigata, sia listoni con superficie zigrinata, le cui incisioni (profonde dagli 0,5 ai 2 millimetri) corrono longitudinalmente all’asse. 
Un esempio di utilizzo del legno per le pavimentazioni, molto elegante e attuale, è costituito dal decking, realizzato con doghe e listoni in legno ancorati a una struttura di supporto.
Pavimentazione in legno esotico ipè tabebuja su due livelli (Foto Daniele Domenicali)
Le piastrelle sono invece elementi precostituiti con assi posizionate orizzontalmente o diagonalmente. Si può considerare come unità base un quadrato di 50 x 50 centimetri, considerando però che ogni azienda produce questi elementi con dimensioni specifiche.
La posa viene effettuata mediante la creazione di una sottostruttura, anch’essa in legno, che garantisce la possibilità di fissare le doghe mediante viti autofilettanti
La necessità di dotare di una sottostruttura la pavimentazione ha il vantaggio di creare zone leggermente sopraelevate, e ciò contribuisce a mantenere aerato il materiale. Solitamente viene prevista un’altezza dal piano di calpestio pari alla larghezza del listone, che viene poi posto lateralmente a chiusura laterale della sottostruttura. 
Nel caso delle piastrelle, la posa risulta molto più rapida in quanto molte piastrelle hanno meccanismi di autobloccaggio.

DELLO STESSO AUTORE



L’autore


Filippo Marsigli

Filippo Marsigli Rossi Lombardi, bolognese classe 1970, si è laureato all’Università di Bologna presso la Facoltà di Agraria e ha completato i suoi studi a Londra, con il corso di specializzazione in Architettura del Paesaggio presso la Inchbald School of Design (1996-1997). Durante la sua permanenza a Londra ha collaborato con lo studio “The Master Gardeners design consultant and landscape contractors” con John Plummer e Andrew Perley, lavorando alla progettazione e al restauro di parchi storici e giardini pubblici, e ha poi avviato, nel 1998, lo studio londinese di progettazione e realizzazione di giardini “Mediterranea Garden Landscape Architects”. Rientrato in Italia, nel 1999, ha lavorato come associato presso lo Studio Creative e dal 2001 ha anche avviato la sua attività di docenza presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Bologna. Nel 2007 ha dato vita a FrassinagoLab (Landscape Architecture Bologna) oggi Marsiglilab, realtà di successo nel cuore di Bologna, specializzandosi nella progettazione di aree verdi pubbliche e private.

Riferimenti Editoriali


Spazi verdi Giardini Terrazze

Complementare al “Manuale per progettare in Italia” presenta le esperienze più significative degli interventi paesaggistici nel panorama italiano

Autore:   •   Editore: Utet Scienze Tecniche   •   Anno:

Vai all’approfondimento tematico

Copyright © - Riproduzione riservata
Progettare giardini e terrazze: le pavimentazioni in legno Architetto.info