Quando il divano e' "disfatto" per scelta | Architetto.info

Quando il divano e’ “disfatto” per scelta

wpid-4728_nuovodecodisfatto.jpg
image_pdf

Dal designer milanese Denis Guidone una proposta di comfort che si adegua in modo flessibile a differenti situazioni. È Disfatto (nomen omen), linea per il soggiorno che si caratterizza per la sua adattabilità, grazie a un’imbottitura che può essere piegata su se stessa a formare un nido, o distesa completamente a coprire la base come il piumino di un letto. Queste e altre varianti sono possibili grazie ai materiali impiegati: bambù, lattice naturale, cotone e feltro.

Come precisa Guidone, “Disfatto contiene un’idea primordiale di comfort e ha una forma modificabile che si adatta in modo naturale alle nostre esigenze”. Grazie alle varianti dei colori, può adattarsi armoniosamente al cambio delle stagioni e al tempo che passa.

La linea propone, oltre al sofà, anche delle poltrone e una serie di piccoli tavolini utilizzabili anche come seggiolini; tutti gli elementi si basano sullo stesso principio: una struttura semplice che fa da supporto a forme morbide e calde, che sfruttano i principi dell’ergonomia per creare la perfetta imperfezione.

Prodotta per il marchio D3Co, Disfatto verrà presentata ufficialmente durante il prossimo Salone del Mobile di Milano. Il versatile Guidone, che si muove tra architettura e design del prodotto, è uno dei nostri talenti in ascesa; tra i suoi riconoscimenti il Premio Bruno Munari della Triennale di Milano e una menzione speciale allo Young Design Award 2011.

V.R.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Quando il divano e’ “disfatto” per scelta Architetto.info