Salone del Mobile 2014, il ritorno in cucina di Iosa Ghini | Architetto.info

Salone del Mobile 2014, il ritorno in cucina di Iosa Ghini

wpid-22434_framesnaideroiosaghinilow.jpg
image_pdf

Dopo essere stato protagonista di una mostra personale per celebrare i suoi 30 anni di attività (alla Triennale di Milano nel 2013), Massimo Iosa Ghini, tra gli architetti e designer più acuti e versatili del nostro tempo, torna a cimentarsi con un progetto legato alla cucina.

A distanza di 15 anni da quella “Gioconda” (1999) che sintetizzò mirabilmente innovazione e tradizione, l’architetto bolognese firma un nuovo progetto per Snaidero, riproponendo una contaminazione tra l’immaginario domestico di ispirazione classica e le contaminazioni industrial chic di marca contemporanea. Si tratta di “Frame”, cucina dallo stile forte e strutturato con cui il brand punta ai mercati internazionali: una sintesi di estrema qualità e finiture selezionate, che tiene conto dei costi e dell’ambiente ma senza compromessi, nel valore dei materiali e delle finiture.

Elemento distintivo è la struttura autoportante in acciaio, che caratterizza funzionalmente e esteticamente il prodotto, comparendo in alcuni punti precisi, individuati fra i mobili pensili, le basi, gli armadi e l’isola. Il fulcro della cucina appare essere la struttura metallica a telaio che ospita la cappa, posizionabile sia a parete che su isola.

Grazie alle particolari geometrie del telaio metallico e delle ante, vengono alleggeriti quanto più possibile i mobili e le parti favorendo, allo stesso tempo, un minore utilizzo di materie prime: anche in quest’ottica le ante sono presentate senza maniglia offrendo un connubio tra stile e funzionalità.

Mobili e ante di pensili, basi e armadi sono realizzati in legno certificato Fsc verniciato ad acqua oppure impiallacciato. I pensili, di altezza importante (117 cm), sono ad anta piena o in vetro trasparente.

Gli elementi modulari realizzati in tubolare di acciaio inox e i relativi ripiani, sono stati progettati e sviluppati in funzione del loro minore impatto ambientale possibile, utilizzando semplici lavorazioni di saldatura e spazzolatura superficiale, lasciando gli elementi “nudi”, senza alcun tipo di verniciatura finale. L’isola, il tavolo e il piano di lavoro richiamano la forma e il design della struttura in acciaio, accomunati dall’utilizzo di selezionate pietre naturali di granito spazzolato.

Frame verrà presentata ufficialmente a Milano in occasione del Salone del Mobile 2014, dall’8 al 13 aprile 2014.

Copyright © - Riproduzione riservata
Salone del Mobile 2014, il ritorno in cucina di Iosa Ghini Architetto.info