Salone del Mobile 2017: viaggio nel design di Hong Kong | Architetto.info

Salone del Mobile 2017: viaggio nel design di Hong Kong

La Triennale di Milano ospita “Confluence • 20+”, mostra – viaggio che mette al centro il design di Hong Kong

The Column Bookcases - © Samuel Chan
The Column Bookcases - © Samuel Chan
image_pdf

In occasione della Milano Design Week, Triennale Milano ospita una mostra collettiva itinerante dal titolo “Confluence • 20+”, che mette al centro il design di Hong Kong.
Promossa da Hong Kong Design Centre, organizzazione governativa non profit, la mostra offre una visione complessiva di uno degli hub più creativi e dinamici del pianeta. In mostra i lavori di 20 designer: dalle capsule abitative futuribili di James Law, fautore della Cybertecture, all’interior compatto delle architetture urbane di Gary Chang, alle installazioni luminose insieme poetiche e tecnologiche di Elaine Yan Ling Ng.

Curatrice della mostra è Amy Chow, che dichiara:
“I designer di Hong Kong offrono nuove chiavi di lettura proprio perché vanno oltre i confini personali, sociali e della propria disciplina. Con i loro progetti contribuiscono a costruire ponti inediti fra estetiche occidentali e orientali”.
La mostra sarà aperta dal 5 al 16 aprile 2017.

I contenuti principali della mostra

Lungo il meridiano del tempo e la latitudine da Oriente a Occidente (designer: Alan Chan, Samuel Chan, Lo Chi Wing, Lo Kai-Yin)
Alan Chan e Lo Kai-Yin si avventurano in un viaggio rivelatore lungo la Via della Seta e rivisitano antiche tradizioni culturali con sensibilità contemporanea. Una sintesi sublime di estetiche orientali e aspirazioni occidentali viene elaborata da Samuel Chan e Lo Kai Yin per celebrare la commistione di culture di Honk Kong.

Molteplicità di espressioni visive (designer: Stanley Wong, Lo Sing Chin, Lee Chi Wing, Chiu Kwong Chiu, Freeman Lau, Lu Lu Cheung, Otto Tang)
Le iconiche serie Redwhiteblue di Stanley Wong e i capi outdoor ispirati alle arti applicate cantonesi di Lo Sing Chin riconfigurano valori condivisi e identità locali. Freeman Lau attualizza l’antica calligrafia cinese in un perfetto equilibrio fra funzionalità e arte. Lee Chi Wing, con il suo aerodinamico chiosco del tè, fa rivivere la storica cerimonia legata a questa bevanda. I capi floreali di Lu Lu Cheung e Otto Tang esprimono una gioiosa femminilità e una sofisticata praticità. Chiu Kwong Chiu invita a un rapido tour nella Città Proibita, per gettare una luce sul significato profondo dell’architettura e del design tradizionale cinese.

La natura umana si fonde col buon design (Designers: Nicol Boyd and Tomas Rosén, Julie Progin and Jesse McLin, Sammy Or, Sharon de Lyster)
Sharon de Lyster esplora le culture tessili asiatiche, contribuisce a preservare tradizioni che stanno scomparendo e promuove la produzione di moda etica. Julie Progin e Jesse McLin danno una reinterpretazione delle ceramiche di Jingdezhen inglobando nel processo creativo i temi del tempo e del disfacimento.
L’installazione digitale di Sammy Or sviluppa una sinfonia interattiva di natura e tipografia. Nicol Boyd e Tomas Rosén in collaborazione con professionisti di altre discipline approfondiscono temi quali linearità e semplicità.

Gioia e Curiosità (Designer: Elaine Ng, Kingsley Ng)
Elaine Ng sorprende con le sue sofisticate lampade a sospensione. L’installazione mobile di Kingsley Ng mescola testi della letteratura di Hong Kong e paesaggi urbani in un insieme dinamico e originale.

Uno sguardo al futuro (designer: Gary Chang, James Law, C.L. Lam)
Le case compatte di Gary Chang e l’appartamento mobile di James Law esprimono le tendenze emergenti dell’abitare. Complementare ai loro progetti, il riciclo innovativo di rifiuti introdotto da C.L. Lam con le sue collezioni di oggetti e accessori per la casa: un altro sviluppo tecnologico fondamentale per il futuro dell’umanità.
Per una visione ancora più completa, in parallelo mostra Confluence • 20+, sono in programma due eventi collaterali, Creative Fusion e Poetic Tram Ride.
Poetic Tram Ride presenta l’installazione mobile ideata da Kingsley Ng: un antico tram, trasformato in camera obscura, viaggia per Milano dal Duomo a La Triennale e proietta al suo interno, attraverso un’apertura che funziona da foro stenopeico, le immagini rovesciate della città (4-6 Aprile 2017). Creative Fusion propone negli spazi di Eataly Milano Smeraldo in piazza XXV aprile 10 un assaggio della cultura gastronomica di Hong Kong.

Copyright © - Riproduzione riservata
Salone del Mobile 2017: viaggio nel design di Hong Kong Architetto.info