Shopping brutalista | Architetto.info

Shopping brutalista

wpid-4217_home.jpg
image_pdf

Arne Quinze è un artista a tutti gli effetti. Nelle sue opere (principalmente sculture e installazioni) gioca energicamente con la materia di scarto e comunque non nobile, che riorganizza secondo linee di forza per ricreare delle figure astratte. Come tante frecce in un’unica direzione, crea dei volumi organici. In altre parole, degli elementi occasionali vengono eletti ad altra vita.

È così anche nel recente ridisegno di L’Éclaireur, boutique multimarca parigina, punto di riferimento per il pubblico che ama la moda di ricerca. Si trova nel quartiere del Marais, epicentro delle nuove tendenze.

Anche in questo caso, Quinze estetizza lo scarto: legno e lamiera. I numerosissimi pezzi che rivestono il negozio, inchiodati sul muro, hanno forma e dimensioni differenti, ma l’autore le “impagina” seguendo uno stesso orientamento, pur non curandosi di sbalzi e asimmetrie. L’uniformità – si fa per dire – è data dalla verniciatura. Qua e là, le pareti presentano dei vuoti: oltre agli espositori, troviamo dei display, secondo termine di un contrasto tra materia bruta e tecnologia.

Un’atmosfera post-atomica, che fa riflettere anche sul destino del design.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Shopping brutalista Architetto.info