Tecno acquisisce Zanotta: il meglio di entrambi i brand | Architetto.info

Tecno acquisisce Zanotta: il meglio di entrambi i brand

La storica azienda di Mariano Comense acquisisce la maggioranza di Zanotta, e così due brand storici del design italiano uniscono le forze

Sedute Vela (Centro Progetti Tecno, 2016), © Tecno
Sedute Vela (Centro Progetti Tecno, 2016), © Tecno
image_pdf

Due dei nomi che hanno fatto la storia del design italiano, due realtà consolidate e riconoscibili per il loro apporto al comparto trainante dell’industria fiore all’occhiello del made in Italy uniscono le loro forze e si fondono: Tecno e Zanotta.
Tecno, azienda fondata negli anni Cinquanta dai fratelli Borsani, acquisisce la maggioranza di Zanotta, coeva protagonista anche lei della creatività italiana.
Il ramo contract e ufficio di Tecno sposa il mondo home e hospitality, settore in cui Zanotta da sempre eccelle.

01

Giuliano Mosconi, attuale Presidente & CEO Tecno, © Tecno

La costante spinta all’innovazione di Tecno l’ha collocata sin dagli inizi come uno dei marchi che più hanno rivoluzionato gli arredi da ufficio, fino alla realizzazione di io.T per smart office, il sistema di arredi connessi e integrabili a sistemi informativi in grado di ottimizzare risorse e consumi. Zanotta, da sempre sinonimo di grande creatività al servizio del comfort, ha di recente raggiunto la quota record di 300 dei suoi pezzi presenti nei musei di design di tutto il mondo.

Non solo, Tecno è in costante crescita nell’ultimo quinquennio e chiude il 2016 a 32 milioni di euro in crescita del 30 per cento rispetto al 2015. Con l’operazione Zanotta si avvia un nuovo gruppo con ricavi di 60 milioni nel 2017 e con previsioni di crescita futura del 20 per cento annuo.
Un progetto comune, quindi, che assembla le rispettive e diverse competenze per aprire a nuovi sbocchi commerciali l’offerta internazionale.

Ecco una gallery dei pezzi storici che hanno fatto la storia dei due marchi e del design italiano.

Copyright © - Riproduzione riservata
Tecno acquisisce Zanotta: il meglio di entrambi i brand Architetto.info