Transforming Crates: il mobile nella scatola | Architetto.info

Transforming Crates: il mobile nella scatola

wpid-4630_li.jpg
image_pdf

Delle casse industriali “travestite” o dei contenitori, ideati dall’artista e designer Naihan Li, da Beijing, sono delle scatole che si trasformano, aprendosi, in pezzi di arredamento dalle finiture perfette.

Qualsiasi mobile si presterebbe ad essere “chiuso in una scatola”: armadi, cassettiere, letti, biliardini, tavoli e scrivanie. Il concetto di fondo è quello del vivere di oggi, fatto di viaggi, spostamenti, più o meno lunghi, ma anche dell’essenzialità e del minimalismo, del fascino che l’industria esercita in qualsiasi campo del design.

Nei loro “scrigni”, quando sono chiuse, le scatole, le “Transorming crates”, contengono tutto con ordine maniacale, una perfezione che resiste al caos della metropoli.

L’idea è nata durante uno dei tanti viaggi, guarda caso a Milano, dove l’industria e il design trionfano senz’ombra di dubbio.

 

C.C.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Transforming Crates: il mobile nella scatola Architetto.info