Un esercizio stilistico | Architetto.info

Un esercizio stilistico

wpid-4216_divanob.jpg
image_pdf

In una tipologia dell’arredo difficile da trasformare, al design non resta che approfondire il discorso delle forme e delle linee. Nel progetto qui presentato, anche il passato modernista ci fornisce degli spunti di un certo interesse.

In questa proposta di Diego Bugatti, viene effettuato un mix tra gli stili di due epoche “innamorate” del progresso e del rinnovamento: il Déco e gli anni ’60. Il primo si è espresso secondo i codici di una classe borghese che cercava il cambiamento e l’aggiornamento del gusto; il secondo, forse in una prospettiva più democratica, puntava sulle icone più estreme, perfino acide.

Il concept di Bugatti recupera la tensione macchinista del primo e l’afflato spaziale dell’altro. Ma non solo. Si notano gli echi del pop design di Sottsass e di altri gruppi d’avanguardia.

Anche un imbottito dalla fisionomia tradizionale può esprimere un indirizzo neo-modernista attraverso pochi dettagli. Anzi, forse la sola stondatura dei braccioli è sufficiente a delineare un modelli alternativo al rigore minimalista o all’effetto iper-gonfio.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un esercizio stilistico Architetto.info