Un 'forno' per il Premio Maggia 2013 | Architetto.info

Un ‘forno’ per il Premio Maggia 2013

wpid-5072_makingsolomaggia.jpg
image_pdf

Making Solo”, il progetto firmato da StudioErrante Architecture è il vincitore della prima edizione del Premio Federico Maggia 2013. Promosso dalla Fondazione Sella Onlus insieme agli Ordini provinciali degli architetti p.p.c. e degli ingegneri della Provincia di Biella, il concorso nasce per omaggiare lo storico ingegnere e architetto biellese, scomparso a 102 anni nel 2003. Poco incline alla decorazione e all’esubero di materiali, Maggia si è distinto per la approfondita conoscenza dei materiali, lo sviluppo di dettagli costruttivi originali e la sensibilità per proporzioni e armonia degli spazi.

Il progetto vincitore dei 15 mila euro in palio consiste in un forno realizzato con formelle bruciate di terracotta e ricostruito in loco; un’idea che richiama il concetto di laboratorio primordiale e più in generale una nuova attitudine del fare. E’ stato premiato, secondo le parole della giuria, per aver “saputo cogliere le qualità costruttive e le valenze materiche dell’ambiente che la ospita, traducendone le suggestioni in una costruzione che restituisca i modi del suo farsi e porre in evidenza i valori del lavoro manuale, smarriti dalla prassi progettuale contemporanea”. Da segnalare anche le menzioni a Sofia Micciché e Federico Tria per “Doratura” (Micciché e Tria), e a “Habitat” del gruppo Orizzontale urban (re)act.

Sarah Becchio, co-fondatrice di StudioErrante nel 2010, si è formata al Politecnico di Torino, con passaggi anche alla Etsav di Barcellona e alla Royal Danish Academy of Fine Arts di Copenaghen. Nel 2010-2011 svolge un tirocinio presso Ateliers Jean Nouvel e attualmente collabora anche con lo studio Space&Matter di Amsterdam. Nel video viene illustrata la realizzazione del progetto dalla fase di lavorazione sul materiale fino al completamento dell’opera.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
Un ‘forno’ per il Premio Maggia 2013 Architetto.info