Un tavolo per lo scrittore | Architetto.info

Un tavolo per lo scrittore

wpid-4272_etcetc.jpg
image_pdf

Due designer lituani compongono etc.etc. ed utilizzano nei loro progetti materiali naturali, come legno, ceramica, lana. Il design che prediligono sembra essere ispirato da funzionalità, versatilità e leggerezza.

Quello che colpisce di “My writing desk” è proprio il suo essere funzionale, versatile e leggero: caratteristiche che non appartengono ad una scrivania tradizionale, dove si accumulano di solito montagne di documenti, libri, foglietti “volanti” e vari articoli di cancelleria, introvabili quando servono.

Nel progetto di Inesa Malafej, del duo etc.etc., invece, il piano del tavolo si chiude con tre “ali”, due laterali ed una frontale, perfette per sistemare libri o block notes senza nasconderli, ma in maniera visibile a chi utilizza il tavolo. La curvatura delle ali è studiata anche per i cavi, l’inclinazione, invece, per appendere borse o cuffie. Gli oggetti meno necessari possono essere sistemati nei due cassetti, poco profondi, per una questione di praticità, ideali per contenere un laptop ad esempio. 

Le gambe del tavolo, infine, si svitano semplicemente per poter trasportare il desk all’occorrenza.

C.C.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Un tavolo per lo scrittore Architetto.info