Una lounge di Foster per l'aeroporto di Hong Kong | Architetto.info

Una lounge di Foster per l'aeroporto di Hong Kong

wpid-5864_nnnnuovahome.jpg
image_pdf

“The Cabin” è l’ultima futuristica lounge della compagnia aerea Cathay Pacific, collocata nell’aeroporto internazionale di Hong Kong. La particolarità di questa lounge è che è firmata da Norman Foster.

In questo progetto egli ha combinato materiali di altissima qualità con un nuovo sistema di sedute disegnato su misura e per il locale, per trasformare l’attesa dei i passeggeri della compagnia di bandiera di Hong Kong. Il design supporta il concetto di Cathay Pacific volto a un soggiorno di alta qualità sia nella First che nella Business Class, massimizzando lo spazio a disposizione per il relax e la gamma di strutture di accoglienza della compagnia.

A destra dell’ingresso vi è un “zona IT”, facilmente accessibile dalla zona di ricezione, mentre a sinistra c’e “il Deli”, “Il bar della salute” e la “Relax Zone”. La disposizione lineare degli spazi è suddivisa da un lungo tappeto rosso, che corre dal pavimento fino alle finestre del soffitto dell’edificio del terminal. In linea con l’intento progettuale originale di Foster + Partners, tutti i locali sono illuminati naturalmente e offrono viste sulle piste e sui movimenti aeroportuali. La “tavolozza” dei materiali utilizzati combina il marmo con rivestimenti in pelle e bambù, e con un soffitto altamente riflettente.

Lo studio dell’architetto inglese ha progettato gli interni, così come la maggior parte dell’arredamento, tra cui la seduta Cathay Solus Chair, prodotta in Italia da Poltrona Frau. Il suo design a clessidra nasce da una forma base circolare che crea uno spazio privato per i singoli viaggiatori così come per i piccoli gruppi. Il rivestimento interno della seduta è in pelle morbida mentre esternamente è racchiusa da un solido involucro laccato. Progettata per funzionare come parte di una nuova serie di sedie, oltre a fornire uno spazio appartato per mangiare, lavorare o rilassarsi, la sua caratteristica forma ricurva è stata il risultato degli studi dei diversi modi in cui i passeggeri abitualmente adeguano le attrezzature standard delle lounge alle proprie esigenze. Oltre ad un’ampia e comoda seduta, la sedia supporta altresì un alimentatore e un tavolo, che può essere usato come una scrivania informale.


{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
Una lounge di Foster per l'aeroporto di Hong Kong Architetto.info