Una notte da delirio… | Architetto.info

Una notte da delirio…

wpid-4308_PunkRockSuiteInteriorLivingroomattheHardRockHotel.jpg
image_pdf

L’intrattenimento è il fondamento di Las Vegas, città statunitense tra le più famose del mondo. È la città post-moderna per eccellenza in quanto luogo dell’effimero e dell’attraversamento: si va lì solo per giocare al casinò e per gioire delle forme di svago collaterali.

È noto che la notte prende il sopravvento sul giorno. Anche all’interno degli sfavillanti hotel, l’intimità diventa spettacolo. Lo sa bene anche Mark Tracy, che di recente ha progettato gli interni dell’Hard Rock Hotel. In particolare, la suite subisce una scarica energetica insolita rispetto ai normali standard delle stanze d’albergo, dove si ricerca tranquillità e riposo.

Maxi-grafiche digitali, con enormi teschi e strisce rosse, specchi neri su pareti e soffitto, lampade neobarocche e tappeti modellati sulla bandiera britannica: il design rievoca i suoni acidi della chitarra elettrica e la suite si trasforma in un palcoscenico dei Rolling Stone.

L’eleganza non manca, ma viene raggiunta con moduli espressivi del tutto anomali.

Copyright © - Riproduzione riservata
Una notte da delirio… Architetto.info