La bicicletta? Si crea con una stampante 3D | Architetto.info

La bicicletta? Si crea con una stampante 3D

wpid-4612_airbike.jpg
image_pdf

È resistente come l’acciaio ma è fatta di nylon. Airbike è stata avvistata alla London Design Week che si è conclusa nei giorni scorsi nella capitale britannica ed è la prima bici che esce in un pezzo unico dalla stampa, senza montaggio e completa di ruote, cuscinetti e mozzi.

Sviluppata dagli ingegneri dell’European Aeronautic Defence and Space Company (EADS) di Bristol, è la prima bicicletta a essere create utilizzando la tecnologia chiamata Additive Layer Manufacturing (ALM). Si tratta di un processo di sinterizzazione laser, che aggiunge in successione sottili strati di polvere di nylon polimerizzate.

La struttura delle due ruote è stata perfezionata tramite la progettazione software e poi realizzata, appunto, con un potente processo di sinterizzazione laser, che accumula strati sottili di una polvere finissima di metallo (come il titanio, acciaio inox o alluminio), carbonio rinforzato con plastica o – in questo caso – di nylon, fino a quando non è stata ottenuta la forma solida.

Il risultato? Airbike è più leggera del 65% rispetto alle biciclette tradizionali, ma altrettanto resistente, come se fosse realizzata in acciaio e alluminio, dicono i suoi inventori. Il sistema ALM utilizza circa un decimo del materiale necessario alla fabbricazione tradizionale, riduce gli sprechi e le emissioni di carbonio. Quindi Airbike è anche green.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La bicicletta? Si crea con una stampante 3D Architetto.info