LA CASA DI KASSEL | Architetto.info

LA CASA DI KASSEL

wpid-4265_bok.jpg
image_pdf

L’insegnamento di Jakob Gebert (assistito da Steffen Kehrle e Anna von der Tann) è caratterizzato dall’interesse per la progettazione del “terzo”: la creazione di un oggetto non viene pilotata dalla docenza, non è espressione diretta dello studente, ma si sviluppa lungo un processo inatteso, come terza opzione. I progetti sono elaborati su basi analitiche molto diverse ma convergono su un obiettivo ben riconoscibile: la sfida alle convenzioni sociali. Il punto di rottura è molteplice: partendo dall’esame delle necessità del paesaggio domestico, si inventa una strumentazione inattesa, accompagnata da processi di progettazione, sistemi di produzione e materiali decisamente innovativi.

Con una realtà quotidiana decisamente “alternativa” si è confrontata una copiosa squadra di studenti: .Leonie Aretz, Miriam Aust, Simon Frambach, Andreas Friedlein, Cosima Geyer, Rosa Heinz, Anna Holzapfel, Tobias Juretzek, Hanna Krüger, Natalie Löwen, Tim Mackerodt, Jens Otten, Valeria Santagati, Christof Schmidt, Tobias Sieber, Daniil Tanygin, Anna von der Tann e Leonard Wilkop.

Complessità, contraddizioni e provocazioni sono il DNA di una prospettiva decisamente nuova. Niente condizionamenti da parte della tradizione, ma una sperimentazione resa credibile soprattutto da soluzioni produttive credibili e appropriate. Dal lavoro di Gebert e dei suoi studenti nasce una collezione degna di attenzione, tanto nelle logiche della serialità quanto della tiratura limitata.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
LA CASA DI KASSEL Architetto.info