La casa più sottile al mondo | Architetto.info

La casa più sottile al mondo

wpid-4245_a.jpg
image_pdf

Il progetto è firmato dallo studio di architettura polacco Centrala e dovrebbe vedere la luce entro il mese di settembre, sempre che ottenga tutti i permessi necessari per dare inizio al processo costruttivo. Con 122 cm nella parte più larga e 72 cm in quella più stretta, la Keret House può, a giusto titolo, essere considerata la casa più sottile al mondo.

La casa sorgerà in uno spazio angusto, stretto e sarà sospesa tra due edifici del quartiere Wola di Varsavia. Più che un’abitazione la Keret House può sembrare un’installazione artistica e pare non aver niente a che vedere, nelle intenzioni dei progettisti, con una serie di problematiche attuali quali la cementificazione selvaggia delle città. Nessun significato di denuncia, quindi, ma una vera e propria abitazione, che servirà ad ospitare lo scrittore israeliano Etgar Keret, da cui prende il nome, e utilizzata come luogo di lavoro, incontro e aggregazione per giovani creativi intellettuali provenienti da tutto il mondo.

Nelle intenzioni degli architetti dello studio Centrala, infatti, il progetto residenziale dovrebbe produrre condizioni di lavoro creative e diventare una piattaforma per favorire lo scambio nel mondo intellettuale. Dal punto di vista strutturale, la casa presenta un semplice telaio tridimensionale in acciaio rifinito in legno, pannelli isolanti e polistirolo ricoperto di cemento dipinto di bianco.

Colore, quest’ultimo, che domina anche all’interno della casa, alla quale si accede attraverso una scala a scomparsa che diventa pavimento in posizione chiusa. Keret House verrà rifornita con tecnologie indipendenti dai sistemi della città per quanto riguarda il sistema fognario, mentre l’elettricità verrà assicurata dall’edificio vicino.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La casa più sottile al mondo Architetto.info