La chitarra che ha inventato il rock'n'roll | Architetto.info

La chitarra che ha inventato il rock'n'roll

wpid-4225_.jpg
image_pdf

Nessun altro strumento è stato in grado influenzare e trasformare la storia della musica mondiale come la Fender Stratocaster. L’introduzione sul mercato di questa rivoluzionaria chitarra elettrica, avvenuta nel 1954, coincise infatti con la nascita del rock’n’roll e da allora è cambiata pochissimo, tale è la perfezione tecnica del design originario.

La Stratocaster fece la sua prima apparizione nel 1954, assimilando nel suo design numerose innovazioni basate sulle osservazioni di musicisti professionisti. Ma facciamo un passo indietro per capire le evoluzioni che hanno portato alla nascita di questo leggendario strumento.

Negli anni ‘40, Leo Fender, che non aveva mai progettato uno strumento musicale, capì che poteva perfezionare gli strumenti hollow-body amplificati dell’epoca grazie a un design solid body innovativo e decisamente semplice. Nel 1951 presentò il prototipo Telecaster, la prima chitarra elettrica verticale spagnola a corpo pieno ad essere prodotta commercialmente.

Ed è questo il modello di partenza per la nascita della Stratocaster che, in termini di innovazione, era avanti anni luce rispetto ai modelli precedenti o alle Rickenbacker e Les Paul disponibili al tempo. Questa chitarra inaugurò una nuova era. Fu la prima dotata di leva del vibrato incassata e presentava l’aggiunta del nuovo ponte vibrato Fender (o “tremolo”): un’innovazione originariamente destinata a permettere ai chitarristi di effettuare il bending, ottenendo in tal modo il suono pedal steel così popolare tra gli artisti country dell’epoca.

Il suo profilo seducente non aveva precedenti, così come le barrette perfettamente distanziate, i pickup perfezionati e regolabili per garantire un’intonazione perfettamente bilanciata e, infine, un plug facile da raggiungere e adoperare.

Inoltre la testa esibiva una fila ordinata di chiavette meccaniche Kluson, cosicché le corde si trovassero perfettamente allineate alle sellette per poter accordare facilmente lo strumento.

Nessuno avrebbe potuto prevedere quale sarebbe stato il contributo della Stratocaster nel rivoluzionare la musica rock. Essenzialmente immutata dal suo debutto sul mercato nel 1954, è la più popolare e influente chitarra elettrica mai realizzata, e i musicisti di tutti i livelli e di tutti i generi continuano tutt’ora ad affidarsi al suo sound, alla sua maneggevolezza e versatilità.

La cassa, ottenuta sagomando il legno con una sega a nastro, con il sottogruppo elettronico e il manico innestati a vite, dimostrò che la produzione in serie poteva essere ottenuta a costi contenuti e in modo efficiente e che le parti usurate o danneggiate potevano essere facilmente sostituite.

Uno dei primi estimatori della Stratocaster fu Buddy Holly che contribuì anche a farla conoscere al grande pubblico. La sua fama è stata conquistata grazie a tanti ammiratori, tra cui Eric Clapton, Jeff Beck, George Harrison e, soprattutto, Jimi Hendrix.

O.O.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La chitarra che ha inventato il rock'n'roll Architetto.info