La nuova Bocconi | Architetto.info

La nuova Bocconi

wpid-5101_bocconi.jpg
image_pdf

Un campus urbano da 90.000 metri quadri, con una residenza da 176 posti: queste sono le prospettive future per l’Università Bocconi e la sua sede di Viale Bligny. Lo ha annunciato, presentandone i rendering delle costruzioni progettate, il consigliere delegato, Bruno Pavesi, durante l’inaugurazione dell’anno accademico 2013-2014. I progetti dovrebbero essere completati entro il 2019, mentre la residenza che sorgerà in Viale Bligny sarà inaugurata già per l’anno accademico 2016-2017.



Vista dall’interno del campus, la residenza, cui sarà possibile accedere da viale Bligny, che porterà alla parte centrale del campus, già accessibile da via Bocconi, piazza Sraffa e via Roentgen.



Un interno della nuova residenza di viale Bligny.


Si concluderanno a inizio 2014, i lavori per la nuova sala da 190 posti della Biblioteca di via Gobbi, che rimarrà aperta 24 ore al giorno, 7 giorni la settimana.

La residenza di Viale Isonzo 21/23, in costruzione, offrirà 213 posti per gli studenti a partire dall’anno accademico 2014-2015.

I progetti interessano anche l’area dell’ex Centrale del latte, sulla quale sorgeranno una residenza, un centro sportivo-ricreativo aperto alla cittadinanza e tre edifici della SDA Bocconi School of Management.

Il concorso internazionale di idee per la progettazione è stato aggiudicato dallo studio giapponese Sanaa, che così immagina l’area dell’ex Centrale del latte.

L’area dell’ex Centrale del latte vista da via Sarfatti.

 

Copyright © - Riproduzione riservata
La nuova Bocconi Architetto.info