La riqualificazione di Villa Cristina a Nebbiuno all'insegna della qualita' acustica | Architetto.info

La riqualificazione di Villa Cristina a Nebbiuno all’insegna della qualita’ acustica

wpid-22085_CasaCuraNebbiuno.jpg
image_pdf

È guidata da specifiche esigenze di comfort acustico, design ed igiene il progetto di riqualificazione della casa di cura neuropsichiatrica Villa Cristina a Nebbiuno, in provincia di Novara. La struttura, affascinante come un’antica villa lacustre dell’800, incastonata sulla collina adiacente al borgo medievale di Campiglia, era stata inizialmente progettata come residenza sanitaria assistenziale per anziani.

In origine erano previsti 120 posti letto distribuiti in due edifici, uno a monte e uno a valle, collegati, nella parte centrale, da due giardini d’inverno. Ad opera quasi ultimata, in virtù delle mutate esigenze della committenza si è resa necessaria l’approvazione di una variante al progetto originario, convertito in una casa di cura neuropsichiatrica.

“La nuova destinazione d’uso – commenta l’Arch. Fabrizio Vallero dello studio Ptfv Architetti di Torino – che, con i colleghi Paola Tagliabue e Stefano Trucco, ha curato la progettazione architettonica dell’opera – ha fatto emergere l’esigenza, in corso d’opera, di apportare delle modifiche al complesso, per adeguarsi alla nuova tipologia di degenti e a quanto previsto dal Dcr 616/31949. In tal senso, il progetto finale ha previsto la riorganizzazione degli spazi interni, attraverso la creazione di 6 unità funzionali per acuti, di riabilitazione e di lungodegenza, per un totale di 110 posti letto.”

“In particolare, i requisiti costruttivi e sanitari, previsti per legge, hanno richiesto l’adozione di soluzioni per controsoffitti, atte a garantire le prescrizioni vigenti in materia di protezione degli ambienti dai rumori provenienti dall’esterno, dall’interno o dal funzionamento degli impianti tecnologici della struttura -aggiunge Jordan Brocchi, area sales manager north-west Italia di Armstrong Building Products -. La collaborazione instaurata con lo Studio Ptfv Architetti ci ha permesso di dimostrare, direttamente sul campo, la validità delle nostre soluzioni a garanzia del benessere delle persone che, per questa tipologia di presidio, rappresenta uno degli obiettivi più importanti da raggiungere.”

Le soluzioni scelte per l’isolamento acustico

Nello specifico, nella zona di ingresso, adibita al ricevimento dei visitatori e degli ospiti della struttura, sono stati installati i pannelli in legno impiallacciato, con superficie liscia, Armstrong Madera,di dimensioni600x600 mm, color Ciliegio Americano. Un materiale completamente naturale, prezioso e vivo, che ha conferito all’ambiente un aspetto caldo ed accogliente.

Le camere, situate al primo piano dell’edificio verso monte, sono state rifinite con pannelli in minerale Optima, sempre di dimensioni 600×600 mm, per le elevate prestazioni in termini riflessione della luce, pari all’87% e di assorbimento acustico, con un αw che arriva fino a 1.00. Inoltre, la superficie bianca e liscia, rende gli elementi Optima facilmente lavabili e ideali in situazioni in cui è richiesto un elevato livello di igiene. Ricercato anche il design grazie all’utilizzo del dettaglio bordo Vector, con struttura a scomparsa, che amplia la prospettiva visiva conferendo, al contempo, al controsoffitto, un aspetto compatto, elegante ed uniforme. Optima è stato, altresì, utilizzato per l’infermeria e la palestra, con struttura di sospensione a vista Prelude.

Negli ambienti caratterizzati da un’elevata concentrazione di umidità, come gli spogliatoi, i locali lavanderia ed i bagni assistiti, è stato installato Armstrong Newtone. Realizzato, infatti, in calcio silicato, è in grado di resistere anche in condizioni estreme di umidità relativa con picchi pari al 100%. Parafon Hygien, idoneo per l’uso in classe ISO 5, è stato impiegato per gli ambulatori medici e per le zone caratterizzate da un’elevata presenza di agenti inquinanti, come le cucine. Questo controsoffitto, infatti, grazie alla sua superficie rinforzata, resiste alla pulitura con acqua a pressione fino a 80 bar, assolvendo con efficacia ad ogni prescrizione in materia di igiene.

Partner di Armstrong Building Products, per la posa in opera a regola d’arte dei controsoffitti, è la ditta Matarozzi spa di Novate Milanese, specializzata, da oltre 70 anni, nel settore delle finiture di interni.

L’interpretazione architetturale

L’intero complesso presenta una struttura portante in cemento armato e muratura a cassa vuota, ad eccezione degli orizzontamenti realizzati in “predalles”. Dal punto di vista architetturale, si è privilegiata un’interpretazione attuale delle grandi fabbriche destinate a residenza, nelle quali il rapporto fra i volumi, la composizione a maniche simmetriche, le coperture con testate a padiglione, determinano una rigorosa, serrata ed elegante rivisitazione di modelli classici, che ben si inseriscono nel contesto ambientale. Infine, le coperture a tetto dell’edificio presentano un’orditura in legno e manto di copertura in tegole di cotto, debitamente impermeabilizzate e coibentate.

Copyright © - Riproduzione riservata
La riqualificazione di Villa Cristina a Nebbiuno all’insegna della qualita’ acustica Architetto.info