La scultura come struttura: Carl Andre | Architetto.info

La scultura come struttura: Carl Andre

wpid-67_carlandre.jpg
image_pdf

La linearità è la cifra che potrebbe definire l’opera di Carl Andre, annoverato fra i padri fondatori del Minimalismo e celebre autore di sculture dal formato a griglia.

Americano, nato nel 1935, studente d’arte alla Phillips Academy, vi conobbe Hollis Frampton, che in seguito gli avrebbe fatto fare la conoscenza di altri artisti ed avrebbe influenzato fortemente il suo approccio radicale all’arte. Dopo aver servito l’esercito americano nel 1955-1956 ed essersi trasferito a New York, grazie a Frampton entrò in contatto con Constantin Brâncuşi, grazie a cui Andre riprese a frequentare un suo compagno di college della Phillips Academy, Frank Stella. Dall’amicizia nacque una collaborazione iniziata nel 1958 e durata due anni, durante i quali gli artisti condivisero uno spazio dove lavorare alle loro creazioni.

Frank Stella e Brâncuşi furono determinanti per i primi lavori di Andre, lo spazio e la forma erano al centro della sua opera, la sua ricerca andava in direzione dell’essenza primaria delle cose e delle creature attraverso l’astrazione geometrica, per approdare alla Minimal Art ed esserne uno degli artisti principali. Si poteva elaborare quel nuovo linguaggio plastico esclusivamente con un approccio radicale, essenziale.  

Tuttavia, non è stato solo il mondo artistico ad aver ispirato Andre. Tra il 1960 e il 1964 l’artista ha, infatti, lavorato come frenatore e conducente per la Pennsylvania Railroad nel New Jersey. La natura “ordinata” del condurre treni e lo stesso abbigliamento legato a quell’impiego furono esperienze che avrebbero esercitato influenza sulla personalità artistica di Andre.

C.C.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La scultura come struttura: Carl Andre Architetto.info