La stampante in 3d fatta con i Lego | Architetto.info

La stampante in 3d fatta con i Lego

wpid-5018_legobot.jpg
image_pdf

Ad uno sguardo più generale, può sembrare un vero e proprio ‘corto-circuito’ teorico: utilizzare gli storici mattoncini del Lego per costruire una stampante 3d perfettamente funzionante. Ci è riuscito uno studente americano di ingegneria, Matthew Kruger, celato dietro l’enigmatico pseudonimo “matstermind on instructables”. Ribattezzata la “LegoBot”, è realizzata impiegando i Lego Mindstorms Nxt, di fatto un’evoluzione dei Lego Technichs che permette un componente centrale in grado di automatizzare una serie di movimenti meccanici, e ispirata a MakerBot, la più diffusa stampante 3d di livello ‘consumer’ disponibile al momento.

Il prototipo della LegoBot lavora su tre assi e stampa, almeno per il momento, utilizzando una colla calda, sebbene il suo creatore stia lavorando su un sistema per riciclare le bottiglie di plastica in ‘filament’, l’inchiostro impiegato nelle stampanti 3D. In attesa di future evoluzioni, un video ne mostra lo strabiliante funzionamento.

{GALLERY}

Copyright © - Riproduzione riservata
La stampante in 3d fatta con i Lego Architetto.info