La Torre Velasca di Milano e' uno degli edifici piu' brutti del mondo? | Architetto.info

La Torre Velasca di Milano e’ uno degli edifici piu’ brutti del mondo?

wpid-11287_Velasca.jpg
image_pdf

Sul quesito posto dal Daily Telegraph riguardo agli “edifici più brutti del mondo” si è sollevato un coro di voci discordanti, soprattutto in Italia e, in particolare, a Milano. La ragione è l’aver annoverato nella categoria la famosa “Torre Velasca”, costruzione del 1956, situata nell’omonima piazza alle spalle del Duomo.

Se la versione online del quotidiano inglese si chiedeva “Sono questi gli edifici più brutti del mondo?”, in Italia da un po’ di giorni ci si chiede: “La Torre Velasca è davvero un edificio così brutto?”. Non sempre l’architettura contemporanea ha prodotto bei risultati, anzi, le scuole di pensiero e le mode hanno spesso giustificato costruzioni di dubbie qualità estetiche. Tuttavia, bisogna riconoscere che anche gli edifici sono testimonianze di un’epoca precisa e a volte vanno “accettati in quanto tali”.

La Torre Velasca ad esempio è stata sottoposta a vincolo culturale nel 2011 dalla Soprintendenza per i Beni culturali, per il suo interesse storico artistico.  Fu progettata dallo studio B.B.P.R. su incarico della Rice, in un’area devastata in seguito ai bombardamenti del 1943. Inizialmente il progetto prevedeva una torre in ferro, ma fu scartato e sostituito da quello definitivo della torre, che si iniziò a costruire tra il ’56 e il ’57, grazie ai finanziamenti della Società Generale Immobiliare. L’altezza è di 106 metri e ha una struttura divisa in una parte inferiore, con uffici e negozi, e quella superiore, più larga, con appartamenti residenziali.

E’ divenuta uno dei simboli della città di Milano, citazione moderna, confermata da critici e architetti, della torre del Filarete del Castello Sforzesco, di cui richiama anche colori e materiali. Controversa, imponente e minacciosa, la Torre Velasca è indubbiamente “protagonista del panorama urbano grazie alla sua originalità”, costruita in stile “neoliberty” e con un forte legame con la città e i suoi edifici razionalisti (di sicuro, però, molto più aggraziati).

 

C.C.

Copyright © - Riproduzione riservata
La Torre Velasca di Milano e’ uno degli edifici piu’ brutti del mondo? Architetto.info